Le elezioni secondo Mazzoleni: «Ritrovare l’entusiasmo non è scontato»

L’intervista

Cosa ha comportato il rinvio di un anno delle comunali? Ne abbiamo discusso con il professore di scienze politiche e direttore dell’Osservatorio della vita politica regionale dell’Università di Losanna

Le elezioni secondo Mazzoleni: «Ritrovare l’entusiasmo non è scontato»
© CdT/Archivio

Le elezioni secondo Mazzoleni: «Ritrovare l’entusiasmo non è scontato»

© CdT/Archivio

Il rinvio di un anno fa delle elezioni comunali cosa ha cambiato nell’approccio dei candidati e dei partiti in vista del 18 aprile? Ne abbiamo discusso con Oscar Mazzoleni, professore di scienze politiche e direttore dell’Osservatorio della vita politica regionale dell’Università di Losanna. Entro l’8 febbraio andranno presentate le liste e l’inizio della campagna si preannuncia totalmente a distanza: una situazione inedita per la politica in Ticino.

In Ticino ci apprestiamo a rivivere una campagna elettorale partita già un anno fa ma poi stoppata dalla pandemia. In Svizzera era mai accaduta una situazione simile?

«Bisogna risalire al tempi della seconda guerra mondiale. Si tratta di qualcosa di eccezionale anche nei confronti di altre parti della Svizzera. Negli altri Cantoni, le elezioni comunali...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Ticino
  • 1
  • 1