Su TeleTicino

Lo sciopero delle donne protagonista di «I conti in tasca»

Domani sera alle 20.30 si discuterà della manifestazione in agenda il prossimo 14 giugno

Lo sciopero delle donne protagonista di «I conti in tasca»
Alfonso Tuor nello studio di TeleTicino. (Foto Archivio CdT)

Lo sciopero delle donne protagonista di «I conti in tasca»

Alfonso Tuor nello studio di TeleTicino. (Foto Archivio CdT)

«14 giugno, lo sciopero delle donne» è il titolo de «I conti in tasca» che andrà in onda domani, 22 maggio, alle 20.30 su TeleTicino. L’iniziativa partita dalla Svizzera romanda si propone di combattere la discriminazione di genere che ancora affligge la nostra società, nonostante la parità sia iscritta nella Costituzione elvetica da 38 anni e nonostante una Legge federale proibisca le discriminazioni basate sul genere. Ancora oggi la differenza salariale tra uomini e donne è ampia a livello salariale e raggiunge il 20%. Ma essa non riguarda unicamente il trattamento sul mercato del lavoro, ma anche altri aspetti della vita sociale. È insomma una questione di mentalità che non è stata ancora superata. Secondo le femministe, lo sciopero è un’azione proporzionata per cercare di cambiare questa realtà. I promotori non invitano solo a disertare il posto di lavoro, ma dove questo non risulterà possibile ad adottare altre forme di lotta, come l’allungamento della pausa pranzo, la partecipazione a manifestazioni, ecc. In ogni caso si tratta di un’iniziativa storica nella Svizzera della pace sociale. Quindi si discuterà della bontà di questa giornata di mobilitazione delle donne e dei passi ancora necessari per arrivare a una vera parità di genere. Ad animare il dibattito saranno Chiara Landi di Unia; Angelica Lepori (Mps); Natalia Ferrara, responsabile regionale ASIB e Morena Ferrari Gamba (PLR).

©CdT.ch - Riproduzione riservata
  • 1
Ultime notizie: Ticino
  • 1