A sparare alla 22.enne è stato l’ex compagno con un fucile

LOCARNO

La ragazza si trovava nell’atrio della palazzina quando lui, domiciliato nel canton San Gallo, le ha sparato – Rilasciata l’altra persona fermata ieri sera, probabilmente il nuovo fidanzato – La vittima versa ancora in gravi condizioni, la sua vita è in pericolo

A sparare alla 22.enne è stato l’ex compagno con un fucile
© CdT

A sparare alla 22.enne è stato l’ex compagno con un fucile

© CdT

La 22.enne ferita gravemente ieri sera si trovava nell’atrio della palazzina di via Vallemaggia 51a quando è stata raggiunta all’addome da un colpo di fucile. A spararlo è stato il suo ex compagno, un cittadino svizzero di 20 anni domiciliato nel canton San Gallo. A fornire maggiori dettagli su quanto accaduto attorno alle 21.50 di giovedì in via Vallemaggia 51a a Locarno sono il Ministero pubblico e la polizia cantonale.

La terza persona - stando a nostre informazioni l’attuale compagno della ragazza - fermata ieri sera in quanto presente al momento dei fatti, è stata rilasciata in quanto essa stessa vittima delle azioni del 20.enne.

In via Vallemaggia sono intervenuti agenti della polizia cantonale e al dispositivo messo in atto, quale supporto, hanno collaborato agenti della polizia della città di Locarno, della polizia comunale di Ascona e della polizia intercomunale del Piano. Sul posto anche i soccorritori del SALVA (Servizio Ambulanza Locarnese e Valli) e della REGA, che dopo aver prestato le prime cure alla 22.enne (cittadina svizzera domiciliata nel Locarnese) l'hanno trasportata in elicottero all'ospedale. In base alle valutazioni mediche, le sue condizioni restano gravi, tali da metterne in pericolo la vita.

Le ipotesi di reato nei confronti del 20.enne del canton San Gallo sono di tentato assassinio subordinatamente tentato omicidio intenzionale. L'indagine è coordinata dal procuratore pubblico Roberto Ruggeri.

Per prestare sostegno psicologico è stato richiesto anche l'intervento del Care Team.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1

    Una scuola dai piedi d’argilla che andrebbe presto riconvertita

    Infanzia

    L’analisi della Commissione della gestione di Locarno a margine dell’ennesima richiesta di credito per interventi alla sede dei Saleggi – Un complesso di grande pregio architettonico (firmato da Livio Vacchini) edificato però 50 anni fa sopra una discarica – Al Municipio si chiede ora di affrontare il problema alla radice

  • 2
  • 3

    Una giudice in missione per l’ONU

    La storia

    La losonese Elena Catenazzi inviata nella Repubblica centraficana quale membro della Corte penale speciale istituita sotto l’egida delle Nazioni Unite per istruire i processi riguardanti numerosi crimini contro l’umanità – «Più lo conosco e più mi convinco che è questo il continente del futuro»

  • 4
  • 5
  • 1
  • 1