Addio a polvere e sbadigli: una marcia in più per i musei

Aria nuova

Prosegue la metamorfosi degli spazi culturali comunali di Locarno trasformati in luoghi interattivi e didattici proponendo fra l’altro percorsi pensati apposta per i più piccoli – Nancy Lunghi: «Per coinvolgere i giovani vorremmo puntare anche sulla street art»

Addio a polvere e sbadigli: una marcia in più per i musei
I ragazzi alla scoperta della fotografia e degli artisti grazie alla mostra di Amendola a Casa Rusca. ©Città di Locarno

Addio a polvere e sbadigli: una marcia in più per i musei

I ragazzi alla scoperta della fotografia e degli artisti grazie alla mostra di Amendola a Casa Rusca. ©Città di Locarno

Addio a polvere e sbadigli: una marcia in più per i musei
Le proposte permettono anche ai giovani visitatori di dare sfogo alla propria creatività. ©Città di Locarno

Addio a polvere e sbadigli: una marcia in più per i musei

Le proposte permettono anche ai giovani visitatori di dare sfogo alla propria creatività. ©Città di Locarno

Ad alcuni potrebbe sembrare strano, ma parole come negativo, sviluppo o ingranditore stanno smarrendo il loro significato, finendo relegate nella preistoria di un’arte – la fotografia – che per le giovani generazioni è espressione quotidiana, prettamente digitale e assolutamente usa e getta. Si rischia così di perdere in sensibilità, in profondità e in poesia, impoverendo inoltre il bagaglio di conoscenza collettiva. Un rimedio c’è ed è quello di stuzzicare la curiosità in modo intrigante anche di fronte ad argomenti apparentemente sorpassati, astrusi, esclusivi o lontani dal sentire comune. Si basa su questo principio la riconversione in atto da alcuni anni nel settore museale, pensata per raggiungere ogni visitatore, ma – in particolare – quelli che rappresentano il pubblico del futuro. Una...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1

    «Gli agenti saranno come amici sempre presenti nei quartieri»

    Polizia

    Illustrati gli obiettivi della cooperazione tra il corpo di Locarno e quello di Muralto: prossimità e copertura sulle 24 ore – La collaborazione diverrà effettiva dal primo di gennaio e, se tutto andrà per il meglio, tra due anni assumerà carattere definitivo

  • 2
  • 3

    Il futuro è già qui e l’albergo si accende

    Effetti speciali

    Inaugurata l’illuminazione natalizia del Grand Hotel di Muralto – Un cielo stellato in movimento per augurare buon Natale ai locarnesi e per sottolineare la volontà di rinascita

  • 4

    Locarno on Ice si sdoppia per «sfuggire» alla pandemia

    L’evento

    Inaugurata la rassegna invernale: divisi (e con regole diverse) la pista di ghiaccio e il villaggio con casette e igloo – Organizzatori e autorità: «Dopo la pausa forzata esserci di nuovo è prima di tutto un messaggio di rinascita e di speranza»

  • 5

    Il Vanilla annuncia lo stop: «È una decisione che prendiamo con dolore»

    RIAZZINO

    La discoteca, alla luce della situazione epidemiologica e delle restrizioni, ha deciso di chiudere – Dal punto di vista logistico non è possibile mettere a disposizione sufficienti posti a sedere e purtroppo non è neppure realistico riuscire a imporre l’uso della mascherina in una pista da ballo così grande e capiente – «Dobbiamo fare la nostra parte»

  • 1
  • 1