Al via la partita di tetris per sistemare il Pretorio

Locarno

Sono a buon punto i lavori per il trasferimento della Corte d’appello e revisione penale e delle due Preture in piazza Grande – Nel frattempo liberati anche gli spazi alla Ferriera dove Il Centro professionale commerciale lascerà posto alla Polizia cantonale

Al via la partita di tetris per sistemare il Pretorio
Il Pretorio di Locarno è stato edificato nel 1910 e la prevista ristrutturazione ha come obiettivo di mantenerlo in buone condizioni per i prossimo quarant’anni. ©CdT/Archivio

Al via la partita di tetris per sistemare il Pretorio

Il Pretorio di Locarno è stato edificato nel 1910 e la prevista ristrutturazione ha come obiettivo di mantenerlo in buone condizioni per i prossimo quarant’anni. ©CdT/Archivio

L’abbiamo spesso definita un mosaico, ma ultimamente assomiglia più a una partita di tetris la complessa operazione avviata dal Cantone per poter finalmente ristrutturare lo storico palazzo del Pretorio di Locarno. Dalla pianificazione sulla carta, infatti, si è passati all’attuazione nella realtà, con tutta una serie di lavori che permetteranno di svuotare l’edificio dai suoi attuali inquilini, ad ognuno dei quali è stata assegnata una destinazione temporanea, portando, in alcuni casi, anche al conseguente spostamento di altri servizi.

Operai all’ex Credit Suisse

Il segnale più evidente dell’avvio dei lavori è il cantiere che ferve in piazza Grande, proprio accanto a Palazzo Marcacci. Sarà infatti nell’ex sede del Credit Suisse che troveranno spazio la Corte di appello e revisione penale (CARP)...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1
  • 1