Anche la Stranociada personalizza i bicchieri

ambiente

La svolta ecologica del carnevale di Locarno sotto l’egida del nuovo presidente Lorenzo Manfredi - I contenitori riutilizzabili saranno testati durante la prossima edizione, fra il 21 e il 22 febbraio

 Anche la Stranociada personalizza i bicchieri
Dalla prossima Stranociada spariranno i tradizionali bicchieri di plastica. ©CdT/Archivio

Anche la Stranociada personalizza i bicchieri

Dalla prossima Stranociada spariranno i tradizionali bicchieri di plastica. ©CdT/Archivio

Maschere? Certo. Coriandoli? Senza dubbio. Ma a tenere banco sulla scena dei carnevali ticinesi ormai imminenti parrebbe essere soprattutto l’ecologia. La festa, insomma, si tinge ovunque di verde. Soprattutto con l’obiettivo di non lasciarsi dietro immensi mucchi di rifiuti. A far discutere, in questi giorni, è, in particolare, il provvedimento di adottare bicchieri riutilizzabili, personalizzati e, in alcuni casi, anche «microchippati». Una via che ha deciso di seguire, almeno sul principio, anche la Stranociada, il carnevale locarnese. Una scelta ecologica che è la prima svolta impressa alla manifestazione dal suo nuovo presidente, Lorenzo Manfredi, in carica dal mese di ottobre e subentrato a Massimo Dalessi. L’evento, insomma, si presenta all’appuntamento del 21 e 22 febbraio con diversi...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1
  • 1