Arriva il codice etico delle FART

L'azienda di trasporti pubblici presenta la guida alla quale il personale deve ispirarsi durante lo svolgimento delle proprie mansioni

Arriva il codice etico delle FART

Arriva il codice etico delle FART

LOCARNO - Le FART hanno sviluppato e introdotto il proprio codice etico di condotta: una guida alla quale il personale deve ispirarsi durante lo svolgimento delle proprie mansioni quotidiane. L'azienda di trasporti pubblici, con la consulenza della SUPSI, già un anno fa - lo aveva anticipato il CdT - stava lavorando e affinando tale "strumento". Il codice etico è frutto di un lavoro di squadra, svolto appunto con la consulenza della SUPSI, ed ha coinvolto la direzione, il personale e la commissione del personale. "Grazie a questo approccio di ampia condivisione e riflessione congiunta - sottolinea l'azienda in una nota -, è stato possibile approfondire e analizzare le tematiche più importanti, identificare i valori etici fondamentali e individuare le buone pratiche necessarie per promuovere e garantire un buon clima di lavoro e il rispetto dei valori etici fondamentali per la soddisfazione della clientela e la salvaguardia dell'immagine aziendale". Il direttore delle FART Claudio Blotti ha spiegato che: "La soddisfazione della nostra clientela è un obiettivo prioritario e siamo consapevoli di avere ancora margini di miglioramento", aggiungendo che: "L'introduzione del Codice etico di condotta è quindi un primo passo concreto per promuovere un incremento costante della qualità del servizio erogato". La Carta dei valori, su cui si fonda il codice etico, può essere scaricata dal sito www.centovalli.ch e pone l'accento in particolare su sicurezza, puntualità, cordialità, pulizia e modernità. "Valori che - puntualizzano le FART -,  con l'introduzione del codice etico, saranno radicati nella cultura aziendale".

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Locarno
  • 1
    Collegio Papio

    Un prezioso gioiello verde nascosto nel cuore di Ascona

    Pronto per essere restaurato e riqualificato il giardino dell’istituto, unico parco borromaico del cantone – Di quasi 2 milioni di franchi l’investimento previsto per l’intervento, dopo il quale l’area sarà aperta anche al pubblico

  • 2
  • 3
    Locarnese e valli

    Ajla Del Ponte corre veloce con le FART

    Inaugurata la collaborazione tra l’atleta ticinese di punta e la Centovallina per un’immagine da veicolare sia a livello nazionale che internazionale

  • 4
    Locarno

    Raffica di domande contro cementificazione e speculazione

    Matteo Buzzi e Marko Antunovic interrogano il Municipio alla ricerca di nuove misure per preservare il territorio ed evitare ulteriori costruzioni che rimangano sfitte – Tra le proposte una zona di pianificazione che limiti alle ristrutturazioni gli interventi edilizi possibili in città

  • 5
  • 1