Bagnante salvato da una passante a Minusio

incidente

Provvidenziale l’intervento di una donna francese che fa parte della troupe di un film in concorso a Locarno - Il 32.enne cinese era in acqua di fronte all’osteria La Riva quando si è sentito male

Bagnante salvato da una passante a Minusio
Foto Shutterstock

Bagnante salvato da una passante a Minusio

Foto Shutterstock

MINUSIO - È stata sfiorata la tragedia ieri sera poco dopo le 22 a Minusio. Un 32.enne cinese residente in Francia ha infatti accusato un malore proprio mentre stava facendo un bagno nel lago, a una ventina di metri dalla riva.

Provvidenziale, come riferisce la polizia cantonale in una nota, si è rivelata la presenza nelle vicinanze di una 44.enne francese. Sentite le urla, la donna si è subito gettata in acqua riuscendo a trarre in salvo il bagnante e riportandolo a riva.

Sul posto sono quindi intervenuti agenti della Polizia cantonale e i soccorritori del Salva che, dopo aver prodigato le prime cure all'uomo, lo hanno trasportato in ospedale a titolo precauzionale. La sua vita non è in pericolo.

L’episodio, stando a nostre informazioni, è avvenuto di fronte all’osteria La Riva (dall’esercizio pubblico nessuno ha voluto rilasciare dichiarazioni). La donna che ha tratto in salvo il turista fa parte della troupe della pellicola «Marée», in concorso nella categoria Pardi di domani al Locarno Film Festival. Il film verrà proiettato oggi e domani, 15 agosto.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1

    Quei conti a pareggio che dividono la Gestione

    Locarno

    I due commissari del PS propongono di respingere il messaggio sul Preventivo 2020 – I risultati presentati dalla Città sarebbero falsati da diverse questioni sulle quali pendono dei ricorsi – La maggioranza promuove invece l’Esecutivo per aver contenuto le spese mantenendo i servizi

  • 2
  • 3
  • 4

    L’agricoltura in città costa poco e frutta molto

    Locarno

    Presentati i risultati del Progetto mais grazie al quale si è coltivato un arido terreno di 100 metri quadrati – Nel secondo anno di sperimentazione è stato prodotto l’equivalente del fabbisogno calorico di un adulto per 50 giorni

  • 5
  • 1
  • 1