Blitz al 2shé: la Comunale è andata oltre

Locarno

Per il Governo il controllo all’esercizio pubblico non è stato organizzato correttamente – La Polizia cittadina avrebbe dovuto chiarire subito le proprie intenzioni, coinvolgendo la Cantonale

Blitz al 2shé: la Comunale è andata oltre
© CdT/Archivio

Blitz al 2shé: la Comunale è andata oltre

© CdT/Archivio

È finito bene, ma era partito male. Stiamo parlando del controllo di Polizia effettuato lo scorso 17 maggio al 2shé di Locarno, che non aveva mancato di far discutere. Un controllo oggetto anche di un’interrogazione della deputata leghista Amanda Rückert, la cui domanda di fondo riguardava la corretta procedura da adottare nel caso di controlli così approfonditi, con particolare riferimento alla collaborazione di più forze dell’ordine. Insomma, la Polizia cittadina ha agito correttamente? Ebbene, per il Consiglio di Stato (CdS) vi sono degli aspetti che non permettono «di rispondere affermativamente».

Operazione necessariaVa subito chiarito che tutto si è svolto senza particolari problemi. E che il blitz era, lo spiega anche il Governo, «necessario». A confermarlo l’esito: tra le 102 persone...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1

    Prende forma il futuro delle funivie centovalline

    Concorso

    Il progetto «Umbrela» dell’architetto Francesco Buzzi si aggiudica il concorso per la Verdasio-Rasa – Il rinnovo completo delle strutture comporta un investimento di 11,7 milioni di franchi – L’iter rallentato dal coronavirus

  • 2

    La politica riparte dal Palexpo

    Locarno

    Dopo il lockdown torna a riunirsi il Consiglio comunale con un credito di 1,5 milioni legato alla COVID-19 – Ma per garantire la distanza tra i partecipanti si lascia Palazzo Marcacci a vantaggio della grande sala alla Morettina

  • 3

    Corse ogni 30 minuti tra Locarno e Intragna

    Ferrovia

    Firmato un accordo tra le FART e l’Ufficio federale dei trasporti che rientra nel progetto di rinnovo e potenziamento della rete delle Centovalli e di quella nazionale

  • 4

    Lifting per il simbolo dell’idroelettrico

    Locarno

    Restauro da 14,5 milioni di franchi in vista per la sede amministrativa dell’OFIMA – L’edificio risale agli anni Sessanta ed è stato firmato dal rinomato architetto Paolo Mariotta – Struttura innovativa per la sua epoca, è oggi un bene culturale protetto a livello cantonale

  • 5

    La Città pensa a chi ha la passione ma non l’orto

    Locarno

    È pronto il progetto per la creazione dei primi sedici appezzamenti coltivabili nella zona della Morettina – Ulteriori spazi potrebbero essere ricavati davanti al Parco Robinson ma tutto dipenderà dalle nuove priorità d’investimento

  • 1
  • 1