Boom di abitanti sotto il vessillo del Pardo

Locarno

Negli scorsi 12 mesi la Città ha registrato un aumento di 375 anime, raggiungendo quota 16.405 e tornando ai livelli del 2016, quando iniziò una leggera ma costante flessione – Il sindaco Scherrer: «Un dato che ripaga l’Amministrazione degli sforzi profusi per offrire servizi di qualità»

Boom di abitanti sotto il vessillo del Pardo
Torna a crescere, a in modo massiccio, la popolazione della città sul Verbano. © CdT/Gabriele Putzu

Boom di abitanti sotto il vessillo del Pardo

Torna a crescere, a in modo massiccio, la popolazione della città sul Verbano. © CdT/Gabriele Putzu

Massiccio incremento della popolazione a Locarno durante lo scorso anno. Un aumento di ben 375 persone, che segna una decisa inversione di tendenza dopo tempi di leggera, ma costante, erosione di abitanti. Al 1. gennaio – secondo le statistiche fornite dall’Ufficio controllo abitanti – la popolazione totale raggiungeva infatti le 16.405 anime (16.030 nel 2020), tornando ai livelli del 2016, quando iniziò appunto la discesa. Nel 2020, ad esempio, la Città aveva registrato una diminuzione di 61 persone, mentre nel 2019 di 40 unità. «È un dato che indubbiamente ci rallegra e che ripaga l’intera amministrazione degli sforzi profusi per offrire – seppur in tempi complicati contraddistinti dalla pandemia – servizi di qualità, nonché una Città sempre più accogliente», commenta il sindaco Alain Scherrer. «Dietro alle cifre complessive si celano, come sempre, flussi e movimenti della popolazione che vanno analizzati a fondo. A proposito abbiamo commissionato uno studio, i cui risultati ci permetteranno di ipotizzare cosa ci aspetterà in futuro. Quella che possiamo leggere non solo come un’inversione della tendenza e che si traduce in una forte crescita della popolazione, di primo acchito, è però un bel segnale per Locarno. La cui amministrazione si sta adoperando – spaziando su più ambiti – nell’intento migliorare costantemente la qualità di vita dei propri cittadini».

La metà è ticinese
Analizzando i dati forniti dall’Ufficio controllo abitanti, in linea generale si segnalano aumenti in tutte le categorie statistiche, con una rincuorante diminuzione – trattandosi di un anno purtroppo ancora fortemente segnato dal coronavirus – dei decessi e un leggero incremento delle nascite. I 16.405 abitanti, come detto, mostrano un aumento di 375 persone rispetto all’anno precedente. Di queste 227 sono domiciliate, che fanno registrare un totale di 14.414, al netto di 7.758 domiciliati ticinesi (+ 84), 2.752 domiciliati confederati (+ 52) e 3.904 domiciliati stranieri (+ 91). Con un totale di 1.991 persone crescono di 148 unità anche i dimoranti. Il dato più alto è relativo ai dimoranti stranieri, a quota 1.838 (+ 155). Mentre i dimoranti ticinesi sono 105 (- 2) e i dimoranti confederati 48 (- 5). Sul fronte della ripartizione percentuale della popolazione, i ticinesi rappresentano quasi la metà degli abitanti di Locarno con il 47,93%, i confederati il 17,07% e gli stranieri superano il terzo delle anime con il 35%.
Trend in crescita, poi, anche per le residenze secondarie che raggiungono la cifra di 2.158, con un aumento di 166 rispetto al 2020. A dominare questa statistica sono – come storicamente è sempre stato sulle rive del Lago Maggiore – le case dei confederati che si attestano a 1.702 e segnano un aumento di 155 unità. Sono invece 126 quelle legate a ticinesi (- 3) e 330 quelle abitate da stranieri (+ 14).
Meno decessi e più fiocchi
Come accennato, il 2021 ha segnato anche un’altra rallegrante inversione rispetto ai dati dei 12 mesi precedenti. Malgrado la COVID-19, i decessi sono stati 176, ovvero 44 in meno del 2020 quando raggiunsero i 220. Buone notizie, inoltre, per ciò che concerne le nascite. I fiocchi rosa e azzurri appesi alle porte delle case locarnesi sono stati 107, con un aumento di 7 unità.
A regnare tra i 16.405 abitanti sono le donne, a quota 8.709. Mentre gli uomini si attestano a 7.696. Gli iscritti in catalogo ammontano poi a 9.296 (- 72), di cui 4.069 uomini (- 5) e 5.227 donne (- 67). Infine, sono 61 le persone naturalizzate durante l’anno scorso, con una diminuzione di 64 rispetto ai 12 mesi precedenti quando furono 125.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1
  • 1