Casa Martini prolunga il servizio dei pasti gratuiti da asporto

Locarno

Visto il crescendo di situazioni di precarietà, il Centro di accoglienza temporanea (con annessa mensa sociale) continuerà la distribuzione in via Vallemaggia 26 fino a fine febbraio

Casa Martini prolunga il servizio dei pasti gratuiti da asporto
Il servizio dei pasti gratuiti è attivo per pranzi e cene 7 giorni su 7. ©CdT/Chiara Zocchetti

Casa Martini prolunga il servizio dei pasti gratuiti da asporto

Il servizio dei pasti gratuiti è attivo per pranzi e cene 7 giorni su 7. ©CdT/Chiara Zocchetti

A un anno dall’apertura Casa Martini a Locarno conferma costantemente la sua provvidenzialità. Sia come centro di accoglienza temporanea sia come mensa sociale. Se il primo sta sempre ospitando diverse persone trovatesi in difficoltà, la seconda è una preziosa risorsa nell’emergenza, soprattutto grazie al servizio di pasti gratuiti da asporto messo in piedi durante il lockdown di primavera e riproposto a ridosso delle festività di fine anno. Un’offerta apprezzata (una ventina, mediamente, i pranzi e le cene distribuiti quotidianamente, con punte però che hanno sfiorato i cinquanta o sessanta), tanto che – vista la comprovata necessità – si è deciso di prolungarla. In un primo tempo, infatti, la distribuzione avrebbe dovuto cessare venerdì scorso; ora, invece, proseguirà fino a fine febbraio.

Pranzi e cene da ritirare

Considerata la sua gratuità, il servizio si è rivelato provvidenziale per molti, in un momento in cui lo stop a diversi settori dell’economia sta provocando non poche situazioni di precarietà. Ad usufruirne sono anche diverse famiglie che – grazie alla prestazione di Casa Martini – riescono ancora a far quadrare i conti. Ricordiamo che i pranzi possono essere ritirati, presso la sede di via Vallemaggia 26, dalle 11.30 alle 12, mentre le cene dalle 18 alle 18.30. E questo quotidianamente, 7 giorni su 7. Eventuali informazioni possono essere richieste telefonando al numero 091/752.08.23. Lo stesso recapito vale anche per il centro di accoglienza temporanea, voluto – come la mensa sociale – dalla Società mutuo soccorso e poi affidato alla Fondazione Francesco di fra Martino Dotta.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1

    Golf, dei reclami «temerari»

    Il caso

    Il botta e risposta tra il club patriziale di Ascona e l’associazione nazionale rivela l’incomprensione che sta alla base del «blitz» di Polizia nelle due strutture del Locarnese - Già a inizio mese si ventilava l’idea di non rispettare quanto indicato da Swiss Golf

  • 2

    Banca, commercio e benzina: l’evoluzione di piazza Muraccio

    Locarno

    Novità in vista per il centralissimo comparto cittadino: Raiffeisen amplierà la propria sede occupando gli spazi dell’ex Cartoleria Mazzoni – In fase preliminare un progetto sulla stessa proprietà per una nuova palazzina dove si insedierebbe un negozio Coop Pronto con stazione di servizio

  • 3
  • 4
  • 5

    Si rallenta e si blocca per una mobilità a misura d’uomo

    Losone

    Il Consiglio comunale approva la chiusura al traffico di via Cesura che aveva diviso la Commissione opere pubbliche – L’operazione permetterà di creare una fascia fruibile e sicura fra l’attuale residenza per anziani e il futuro Centro polivalente – Sì anche alle Zone 30 nei quattro nuclei storici

  • 1
  • 1