Chiuso il concorso d’idee per palazzo Tondü

centovalli

Cinque dei diciotto progetti inoltrati saranno selezionati per passare alla fase successiva

Chiuso il concorso d’idee per palazzo Tondü
© CdT/Archivio

Chiuso il concorso d’idee per palazzo Tondü

© CdT/Archivio

Il 31 gennaio si è chiuso il concorso d’idee lanciato dalla Fondazione Casa Tondü di Lionza per la destinazione e gestione dello storico monumento sito nelle alte Centovalli.

«Una trentina di interessati ha richiesto il formulario d’iscrizione e 18 hanno inoltrato un dossier», riporta la Fondazione in un comunicato. «Diversi di questi lo hanno fatto dopo aver visitato e valutato il Palazz nel suo potenziale e contesto. Diverse anche le tipologie di destinazione proposte, fra cui spiccano per importanza numerica quelle culturali, turistiche e quelle che abbinano entrambe».

«L’obiettivo», ricorda la Fondazione, «è quello di trovare una destinazione della struttura economicamente sostenibile e durevole nel tempo e il suo potenziale gestore».

Carattere pubblico del concorso

«Nel rispetto della creatività e dell’immaginazione che ogni partecipante ha potuto sviluppare, la Fondazione ha voluto porre alcuni vincoli oltre a quello inderogabile della conservazione della materia in conformità allo statuto di bene storico e tutelato del manufatto. Si chiede infatti che la destinazione mantenga anche un carattere pubblico, affinché la struttura prevista dialoghi con il territorio e contribuisca alla rinascita socioculturale dell’alta valle».

«I progetti inoltrati sono stati trasmessi alla giura che si è già trovata a metà febbraio per definire il proprio modo di procedere nella selezione. Entro fine aprile saranno individuati al massimo 5 progetti che avranno un ulteriore accompagnamento per meglio sostanziare la proposta. Fra questi verrà scelto il progetto vincente che riceverà un premio di 20.000 franchi che permetterà un successivo e maggior sviluppo della proposta. La Fondazione auspica che grazie al concorso lanciato si arrivi finalmente dopo anni di lavoro a dare un futuro a palazzo Tondü grazie ad un’idea vincente concreta e economicamente virtuosa, che possa trovare accoglienza e sostegno presso l’ente pubblico», conclude il comunicato.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1

    La Santa Chiara fra estromissioni e ottimismo sull’operatività

    Assemblea

    Gli azionisti della clinica locarnese hanno deciso di non riconfermare nel Consiglio di amministrazione il CEO di Swiss Medical Network, che lascia intendere possibili contromosse – Moncucco garantisce sugli stipendi, ma preoccupano ancora le finanze

  • 2

    Swiss Medical Network fuori dal CdA della Clinica Santa Chiara

    Sanità

    Il rappresentante di Swiss Medical Network Dino Cauzza è stato estromesso dal nuovo Consiglio di Amministrazione: «Così non siamo nelle condizioni per sbloccare i vincoli legati agli aiuti finanziari garantiti per il pagamento degli stipendi di giugno»

  • 3

    Sarà una corsa a due nei corridoi del Palazz

    Lionza

    Resta in lizza una coppia di finalisti nel concorso per la futura destinazione di Casa Tondü nelle Centovalli – Entro fine anno la proclamazione del vincitore, il cui progetto di rinascita del monumento seicentesco sarà approfondito e quindi sottoposto alle autorità

  • 4

    Rissa a Locarno, arrestati due 24.enni

    polizia

    I fatti, segnalano il Ministero pubblico e la Polizia cantonale, sono avvenuti lo scorso 3 luglio in centro città - Le principali ipotesi di reato per i due, uno svizzero e un croato, sono quelle di lesioni gravi, subordinatamente semplici, aggressione, rissa e vie di fatto

  • 5

    Malumore tra le bancarelle spostate ai giardini Pioda

    Locarno

    Gli ambulanti che animano il mercato di piazza Grande lamentano la scelta di trasferirli, durante il Festival, in un’area ridotta che impone l’uso di piccoli tavoli – Il municipale Bruno Buzzini: «Un sacrificio necessario, ma con la riqualificazione del centro avranno tutto lo spazio occorrente»

  • 1
  • 1