Col turismo trasformativo scoprire il territorio e se stessi

La curiosità

Approda anche nel Locarnese una singolare iniziativa per immergersi nel paesaggio – Variegato il cartellone di proposte, alcune delle quali dedicate alle sole donne – L’ideatrice Michela Di Savino: «Yoga, danza, meditazione e musica aiutano ad entrare in sintonia con la natura e a gustare davvero il fascino dei luoghi» - FOTO

Col turismo trasformativo scoprire il territorio e se stessi

Col turismo trasformativo scoprire il territorio e se stessi

Col turismo trasformativo scoprire il territorio e se stessi
Innerwalk Project è promosso anche da Svizzera e TicinoTurismo e dall’Organizzazione turistica Lago Maggiore e Valli. ©Di Savino

Col turismo trasformativo scoprire il territorio e se stessi

Innerwalk Project è promosso anche da Svizzera e TicinoTurismo e dall’Organizzazione turistica Lago Maggiore e Valli. ©Di Savino

Col turismo trasformativo scoprire il territorio e se stessi
Le mete si snodano dalla Vallemaggia alle Isole di Brissago. ©Di Savino

Col turismo trasformativo scoprire il territorio e se stessi

Le mete si snodano dalla Vallemaggia alle Isole di Brissago. ©Di Savino

Col turismo trasformativo scoprire il territorio e se stessi

Col turismo trasformativo scoprire il territorio e se stessi

Col turismo trasformativo scoprire il territorio e se stessi

Col turismo trasformativo scoprire il territorio e se stessi

Col turismo trasformativo scoprire il territorio e se stessi

Col turismo trasformativo scoprire il territorio e se stessi

Col turismo trasformativo scoprire il territorio e se stessi

Col turismo trasformativo scoprire il territorio e se stessi

Col turismo trasformativo scoprire il territorio e se stessi

Col turismo trasformativo scoprire il territorio e se stessi

Col turismo trasformativo scoprire il territorio e se stessi

Col turismo trasformativo scoprire il territorio e se stessi

Le vacanze, si sa, dovrebbero essere il momento di «stacco» per eccellenza. Eppure, spesso, si tende a portarsi in ferie i ritmi frenetici della vita di tutti i giorni, spostandosi velocemente da un paesaggio all’altro senza coglierne l’essenza. «Lo facciamo sovente: arriviamo in un luogo, scattiamo due foto con il cellulare e poi via subito a cercarne un altro. È un peccato, perché così è difficile gustarne davvero il fascino». Parola di Michela Di Savino, promotrice dell’iniziativa denominata Innerwalk Project, che ha portato anche nel Locarnese il cosiddetto turismo trasformativo. Una via volta a scoprire il territorio ritrovando, nel contempo, anche se stessi. Decisamente variegato il cartellone delle proposte, alcune delle quali – da quest’anno per la prima volta – dedicate esclusivamente...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1

    Locarno a caccia di aziende Bio

    Agricoltura

    l Municipio cittadino ha deciso di introdurre incentivi finanziari a favore di chi intende impegnarsi per ottenere la certificazione – I sussidi prelevati dal fondo della tassa sul CO₂

  • 2

    Al via il bicentenario di Antonio Ciseri

    Ricorrenze

    Il ciclo di eventi che vuole celebrare il celebre pittore a 200 anni dalla nascita parte da Ronco sopra Ascona, luogo in cui l’artista locarnese è nato il 25 ottobre 1821

  • 3

    Il nucleo storico di Rivapiana vuol tornare a splendere

    Petizione

    Pavimentazione poco decorosa e rappezzi cresciuti nel tempo hanno spinto molti abitanti della pregiata area in riva al lago a inoltrare le proprie firme al Municipio di Minusio – Chiesto urgentemente un nuovo arredo urbano da sviluppare coinvolgendo la popolazione

  • 4
  • 5
  • 1
  • 1