Continua il braccio di ferro sulle finanze

locarno

Dopo i 4 ricorsi sui conti del passato la minoranza della Gestione propone di respingere il Consuntivo 2019 – La maggioranza ravvisa alcune criticità, ma non fondamentali, e ritiene che la bocciatura sarebbe solamente ideologica

Continua il braccio di ferro sulle finanze
Non si placano le discussioni sui conti presentati da Palazzo Marcacci. © CdT/Gabriele Putzu

Continua il braccio di ferro sulle finanze

Non si placano le discussioni sui conti presentati da Palazzo Marcacci. © CdT/Gabriele Putzu

Che il Consuntivo 2019 di Locarno, il primo in rosso dopo 13 anni di cifre positive, avrebbe suscitato discussioni era ampiamente ipotizzabile. E la Commissione della gestione, infatti, si è divisa, presentando due rapporti.Quello di minoranza, firmato dai socialisti Pier Mellini e Fabrizio Sirica, propone addirittura di respingere il messaggio presentato dal Municipio. I motivi sono gli stessi che avevano spinto il PS cittadino a inoltrare ben quattro ricorsi, ancora pendenti, contro Preventivi e Consuntivi degli anni passati. Ovvero la politica adottata dall’Esecutivo che, diminuite le sopravvenienze d’imposta accumulate in passato, ha comunque mostrato conti a pareggio «attraverso lo spostamento di beni da amministrativi a patrimoniali con il conseguente abbassamento dell’ammortamento amministrativo...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1
  • 1