Continuità e stabilità per le scuole comunali

Locarno

Il Municipio spiega i motivi che l’hanno spinto a conferire un mandato per l’anno in corso alla direttrice, sebbene abbia raggiunto l’età della pensione – Molti i cambiamenti in atto in un periodo reso ancor più complicato dalla pandemia

Continuità e stabilità per le scuole comunali
Per l’anno scolastico in corso la conduzione delle scuole comunali sarà ancora assicurata dalla direttrice Elena Zaccheo. © CdT/Archivio

Continuità e stabilità per le scuole comunali

Per l’anno scolastico in corso la conduzione delle scuole comunali sarà ancora assicurata dalla direttrice Elena Zaccheo. © CdT/Archivio

Continuità, visti i cambiamenti in corso. E stabilità «in un momento difficile per tutta la società», a causa del protrarsi della pandemia da coronavirus. Sono in estrema sintesi i motivi che hanno spinto il Municipio cittadino ad affidare ancora per un anno, mediante un mandato apposito, la conduzione dell’Istituto scolastico comunale all’attuale direttrice Elena Zaccheo, malgrado – come vedremo – il raggiungimento dell’età pensionabile. È quanto si evince dalla risposta dell’Esecutivo all’interrogazione inoltrata dalla Sinistra unita e intitolata «Direzione scolastica: quo vadis?». Durante l’estate, va ricordato, il concorso alla ricerca del sostituto è nel frattempo stato aperto e – come anticipato dal CdT il 13 settembre – i pretendenti alla successione sono cinque.

Attente valutazioni
Ma come mai si è giunti sul fil di lana con il bando? Chiedeva la Sinistra Unita. «Inizialmente si riteneva che anche per la direttrice valessero le regole in vigore per i docenti, ai quali è consentito rimanere in carica, una volta compiuti i 65 anni, fino al 31 agosto (LORD)», spiega il Municipio. «Appurato che la regolamentazione cantonale non si applica alla direzione scolastica, il Municipio, ponderata attentamente la situazione, ha ritenuto nondimeno opportuno conferire la conduzione dell’istituto scolastico per l’anno 2021-2022 all’attuale direttrice». E questo, come accennato in apertura, per vari motivi: in primis «l’ordinamento scolastico 2020-2021 è stato deciso dall’attuale direzione e numerose decisioni adottate negli scorsi mesi hanno un’incidenza sull’anno scolastico appena iniziato». In secondo luogo, poi, «vi sono diverse riforme in atto, seguite a livello circondariale dall’attuale direzione, che dovranno essere implementate nell’anno scolastico 2021-2022 (docenti di appoggio, docenti di lingua e integrazione, ecc.)». E da ultimo, ovviamente non per ordine d’importanza, «in un momento difficile per tutta la società, istituzione scolastica in primis, il Municipio ha voluto dare continuità alla direzione scolastica e ha ritenuto che un cambio immediato avrebbe reso il tutto più difficile con il rischio che ne risentisse la qualità delle prestazioni educative/scolastiche a favore dei bambini». L’Esecutivo, inoltre, precisa che «per l’Ispettorato scolastico non vi è alcuna controindicazione al fatto che l’attuale direttrice non sia più dipendente della Città, ai sensi del ROD, ma al beneficio di un mandato. Fondamentale è che sia garantita la direzione dell’istituto scolastico».

Concorso flessibile
Palazzo Marcacci, dunque, non riconosce rallentamenti o una gestione eccessivamente macchinosa delle procedure per il concorso, pubblicato durante l’estate. Ribadisce che si è trattato di «valutazioni interne atte a garantire una scuola di qualità sia nei momenti difficili che stiamo vivendo, sia in condizioni quadro normali». Il bando, inoltre, «garantisce ampia flessibilità sull’entrata in servizio», aggiunge il Municipio non intravedendo dunque specifiche difficoltà nel trovare un successore ad anno scolastico già iniziato.

Un vice al 50%
Infine, il tema del potenziamento della direzione per un istituto che conta circa mille allievi. All’Esecutivo non risulta che «la Sezione delle scuole comunali e l’Ispettorato, così come gli addetti ai lavori, reputino la situazione attuale non soddisfacente». È però «corretto che l’Ispettorato vedrebbe positivamente il potenziamento della direzione scolastica tramite l’assunzione di un vicedirettore». Una necessità per altro già tematizzata dalla direttrice stessa e dal capo Dicastero Giuseppe Cotti. Il futuro direttore, dunque, avrà la possibilità di assumere un collaboratore (anche suo vice) al 50%.

Privacy d’obbligo
Se il Municipio ha cercato di essere esaustivo nel fornire le risposte in merito al concorso, non sono invece state fornite informazioni circa le ore arretrate, quelle supplementari e così via della direttrice. «Le informazioni richieste riguardano la sfera privata della direttrice interessata e vertono su tematiche che per loro natura devono rimanere segrete a tutela dei legittimi interessi privati e anche pubblici degni di protezione», spiega l’Esecutivo. Questioni di segreto d’ufficio, inoltre, perché la risposta all’interrogazione è per natura pubblica.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1
  • 2

    Un successo la Ascona-Locarno Run: di corsa in 1.700

    Benessere

    Aumentati del 20% gli iscritti rispetto all’edizione di due anni fa – Buona affluenza anche per il villaggio gara, mentre fra gli ospiti d’onore l’olimpionica Ajla Del Ponte e la primatista Emma Piffaretti

  • 3

    La mobilità in Verzasca parte dalla porta di casa

    Progetto pilota

    Operativo servizio su richiesta che permette agli abitanti della valle di spostarsi in modo facile e flessibile – Grazie a un’App per smartphone è possibile prenotare la propria corsa che viene assicurata da minibus completamente elettrici

  • 4

    Autunno magico alle Isole di Brissago: è caccia alle zucche

    Natura e svago

    Prolungata la stagione del suggestivo sito verbanese grazie alla collaborazione fra Società navigazione di Lugano e Dipartimento del territorio – Nella settimana delle vacanze scolastiche previsti collegamenti regolari e molte animazioni – Proseguiranno anche i collegamenti fra le due sponde con i battelli

  • 5

    Cugnasco-Gerra e Gudo condividono l’oro blu

    Servizi

    Entra nel vivo il progetto di collegamento degli acquedotti delle due località sul Piano di Magadino – Si potrà così fare fronte a carenze idriche in caso di siccità e anche sfruttare al meglio le risorse, risparmiando

  • 1
  • 1