Donna ferita, sarebbe stato l’ex compagno

LOCARNO

Il ventenne fermato ieri in passato sarebbe stato legato sentimentalmente alla giovane ragazza che versa in gravi condizioni – Ferita, si sarebbe accasciata all’esterno della porta d’entrata dello stabile – Ben visibili, questa mattina, il vetro rotto della porta, trapassato da uno sparo, e le macchie di sangue

Donna ferita, sarebbe stato l’ex compagno
© CdT

Donna ferita, sarebbe stato l’ex compagno

© CdT

Donna ferita, sarebbe stato l’ex compagno
© CdT

Donna ferita, sarebbe stato l’ex compagno

© CdT

Il 20.enne che ieri sera è stato fermato per il fatto di sangue avvenuto poco prima delle 22 in un appartamento di via Vallemaggia, a Locarno, conosceva la sua vittima. Con ogni probabilità i due sono stati legati in passato da una relazione sentimentale. Sarebbe, insomma, l’ex ragazzo della 22.enne che versa in gravissime condizioni all’ospedale.

La dinamica dell’accaduto è al vaglio degli inquirenti. Il 20.enne è stato fermato, come pure una terza persona di cui il Ministero pubblico non fornisce per il momento informazioni. Stando a quelle raccolte dal CdT, si tratterebbe dell’attuale compagno della ragazza ferita con un’arma da fuoco. È attesa una comunicazione nel corso della mattinata.

Comunicazione che dovrebbe fornire maggiori dettagli sulla dinamica dell’accaduto. Allo stato attuale, rimanendo sempre d’obbligo il condizionale, sembrerebbe che il tutto sia iniziato all’interno della palazzina, forse nell’appartamento della ragazza. E si sia brutalmente concluso all’esterno della porta d’entrata dello stabile, dove la 22.enne si è accasciata dopo essere stata raggiunta almeno da un colpo d’arma da fuoco. Ben visibile, questa mattina, il vetro rotto della porta, trapassato appunto da uno sparo. E anche le macchie di sangue.

Una signora che abita in un palazzo vicino, seppur non direttamente a ridosso di quello del dramma, ci racconta di aver udito uno o due colpi. «Poi ho sentito una voce femminile che urlava e chiedeva aiuto. Ho pensato che si trattasse di un incidente». In poco tempo le forze dell’ordine sono poi giunte sul posto. «Così ho capito che si trattava di qualcosa di grave, ma mai avrei immaginato quello che è accaduto». Un’altra signora, che abita invece nella palazzina di via Vallemaggia, spiega di non aver udito lo sparo. «Ho però sentito le grida di aiuto. È stato un choc, oggi però sto bene».

«Ieri sera lavorava la mia compagna - ci spiegano dalla vicina stazione di benzina -. Non si è accorta di nulla perché all’interno c’è anche il bar e c’era la musica accesa. A un certo punto, però, è entrata una signora che le ha chiesto di chiamare urgentemente un’ambulanza. Lei ha subito alzato il telefono, ma non ne sapeva nulla. Nel frattempo sono arrivate diverse auto della polizia e hanno impedito a tutti di uscire per strada a guardare quello che stava accadendo».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1
  • 1