Dopo la frana, strada parzialmente riaperta

Ha smesso di muoversi la parete rocciosa che sovrasta il riale Carcale a Gordola

Dopo la frana, strada parzialmente riaperta

Dopo la frana, strada parzialmente riaperta

LOCARNO - Ha smesso di muoversi la parete rocciosa che sovrasta il riale Carcale a Gordola, dal quale domenica si sono staccati circa 2.500 metri cubi di materiale. Chiusa in via precauzionale nelle scorse settimane, via Cecchino viene riaperta a partire da stasera, a fasce orarie. "La strada sarà accessibile dalle 17.30 alle 8.15 e dalle 11.45 alle 13.30", fa sapere al Corriere del Ticino il capodicastero Lorenzo Manfredi, aggiungendo: "Vengono ripristinati anche i servizi, quindi, si torna alla normalità". La via rimarrà chiusa durante il giorno "per permettere i lavori di messa in sicurezza". Nel comtempo, "i tecnici, dopo avere valutato molto da vicino la frana, stanno elaborando un progetto per portare via il materiale".

"Vi è infatti il timore che – spiega Manfredi –, con lo sgombero delle rocce staccatesi, la parete perda il suo appoggio al piede e possa quindi mettersi ancora una volta in moto". Entro fine settimana si deciderà quale tipo di intervento sia il più confacente alla situazione. Oltre a via Cecchino, "da oggi pomeriggio viene riaperta anche via Montecucco, con possibilità di circolare su una sola corsia e unicamente con i veicoli leggeri (limite di 3,5 tonnellate), senza limitazioni di orario".

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Locarno
  • 1