È Mihoubi il calciatore arrestato

L'ex granata è sospettato di aver avuto un ruolo nel tentativo di sequestro di un imprenditore confederato a Lugano

È Mihoubi il calciatore arrestato
Hemza Mihoubi.

È Mihoubi il calciatore arrestato

Hemza Mihoubi.

LUGANO - L'ex giocatore dell'AC Bellinzona Hemza Mihoubi (29 anni, cittadino franco-algerino dimorante tra l'altro in Ticino senza permesso) è stato arrestato ed è sospettato di aver funto da «basista» nel tentativo di sequestro di persona ed estorsione ai danni di un imprenditore confederato sgominato a inizio settembre a Lugano. In manette anche una cittadina italiana cinquantenne titolare della pizzeria Varano di via Zorzi a Bellinzona. Quale il loro ruolo? In sostanza avrebbero fornito un supporto logistico ai tre autori dell'incursione di Castagnola fornendo loro l'automobile. Veicolo che i due avevano tra l'altro noleggiato a un altro ex giocatore dell'ACB.

La carriera

Il difensore (nato nel 1986 a Oued Rhiu, in Algeria - utilizzato spesso anche come centrocampista) è emigrato giovanissimo in Francia, dove ha iniziato a giocare a calcio nelle giovanili del Metz. Nel 2006 firma in Italia per il Lecce (in Serie B). Gioca una sola partita prima di essere trasferito in prestito al Charleroi (massima serie belga). In estate torna a Lecce (dove gioca 7 partite) e nel 2009 firma per il Bellinzona, all'epoca in Super League. Con i granata Mihoubi, terzino sinistro, ha giocato 26 partite e realizzato due reti (una nello spareggio «promozione-retrocessione» contro il Lugano al Comunale). L'anno successivo, con la retrocessione dell'ACB, Mihoubi si svincola, gioca per un po' con il Losone e poi passa al Wohlen (dove disputa 28 partite). Nel 2013 torna in Belgio, dove gioca nella serie cadetta per il Royal White Star Bruxelles fino all'anno scorso. In giugno alcuni portali avevano riferito di un possibile interessamento da parte del Chiasso. In agosto era invece dato per certo il suo passaggio al Gallipoli.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Locarno