Fumata nera e altra proroga sul lago

Verbano

Ancora nessun accordo sulla futura gestione del bacino svizzero fra le società svizzera e italiana di navigazione: si continuerà a discutere fino a fine marzo e il servizio sarà comunque garantito secondo gli attuali parametri

 Fumata nera e altra proroga sul lago
La proroga consente anche di garantire fino a fine marzo il collegamento di linea fra Locarno e Magadino. ©Garbani

Fumata nera e altra proroga sul lago

La proroga consente anche di garantire fino a fine marzo il collegamento di linea fra Locarno e Magadino. ©Garbani

Fumata nera e altra proroga sul Verbano. A pochi giorni dalla scadenza del primo termine, fissato nello scorso dicembre al 28 febbraio, la Società navigazione del Lago di Lugano e la Gestione governativa navigazione laghi sono giunte ad un accordo almeno per prolungare il periodo di transizione di un ulteriore mese. La società svizzera e italiana si concedono dunque tempo fino alla fine di marzo per giungere finalmente ad un’intesa riguardante la revisione degli accordi sul futuro della gestione del servizio per il bacino svizzero del Lago Maggiore. Una soluzione che permetterà anche di garantire le corse di linea fra Locarno e Magadino. Nel frattempo, come detto, le concessionarie proseguiranno le trattative con l’obiettivo di concludere la revisione degli accordi. Un obiettivo fondamentale anche tenuto conto dell’imminenza della stagione turistica, nel cui ambito sarebbe auspicabile garantire un’offerta completa, compresi i collegamenti con le Isole di Brissago.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1
  • 2
  • 3

    Una Pasqua da record mette in quota l’estate

    Cardada

    Oltre 5.600 passeggeri durante le ultime vacanze primaverili, ma anche i primi tre mesi invernali hanno fatto il pieno - Nessun contagio registrato tra i frequentatori degli impianti di risalita - Un fitto calendario di eventi già pronto in vista dell’allentamento delle misure sanitarie anti-COVID-19

  • 4

    «Per evitare la chiusura noi siamo pronti a mediare»

    Bosco Gurin

    Comune preoccupato dopo le decisioni del Patriziato e l’aut aut sugli impianti ribadito da Giovanni Frapolli - Il sindaco Alberto Tomamichel: «Ovviamente l’assemblea è sovrana ma forse una riflessione sul futuro è ancora possibile»

  • 5
  • 1
  • 1