«Gli agenti saranno come amici sempre presenti nei quartieri»

Polizia

Illustrati gli obiettivi della cooperazione tra il corpo di Locarno e quello di Muralto: prossimità e copertura sulle 24 ore – La collaborazione diverrà effettiva dal primo di gennaio e, se tutto andrà per il meglio, tra due anni assumerà carattere definitivo

«Gli agenti saranno come amici sempre presenti nei quartieri»
Gli agenti si muoveranno a piedi per mantenere contatti saldi con la popolazione. © CdT/Archivio

«Gli agenti saranno come amici sempre presenti nei quartieri»

Gli agenti si muoveranno a piedi per mantenere contatti saldi con la popolazione. © CdT/Archivio

«Non dico siano tutto, ma di certo le competenze in ambito psico-sociale oggi per un agente fanno per la differenza». Parole del comandante della Polizia comunale di Locarno, Dimitri Bossalini, che riassumo appieno gli intenti della collaborazione che si instaurerà a breve nel campo della sicurezza tra la Città e il Comune di Muralto e che mira a rafforzare ulteriormente il concetto di prossimità.La collaborazione – che entrerà in vigore già al 1. gennaio – è stata presentata alla popolazione durante un’apposita serata informativa. «Benché il nostro servizio di Polizia sottostia ancora ai requisiti di legge, non risponde più alle aspettative della cittadinanza», ha spiegato il capo del Dicastero sicurezza pubblica di Muralto, Dao Nguyen-Quang. «Trattandosi di un corpo di piccole dimensioni,...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Locarno
  • 1
  • 1