I fenicotteri di Locarno piangono

L'inciviltà e la maleducazione delle persone adulte si è manifestata sull'opera di Oppy De Bernardo in Piazza Grande, ora transennata

I fenicotteri di Locarno piangono

I fenicotteri di Locarno piangono

I fenicotteri di Locarno piangono

I fenicotteri di Locarno piangono

I fenicotteri di Locarno piangono

I fenicotteri di Locarno piangono

I fenicotteri di Locarno piangono

I fenicotteri di Locarno piangono

I fenicotteri di Locarno piangono

I fenicotteri di Locarno piangono

I fenicotteri di Locarno piangono

I fenicotteri di Locarno piangono

LOCARNO - "Quanto è successo è lo specchio della società al giorno d'oggi". Così si è espresso l'artista locarnese Oppy De Bernardo, autore dell'opera "Apolide" che ha invaso Piazza Grande di fenicotteri e salvagenti colorati gonfiabili nella notte di sabato.

Dopo alcuni atti di vandalismo, di stupidita e imbecillità da parte di adulti che nella notte hanno pensato bene di "giocare" in modo poco pensante con l'opera, decapitando i fenicotteri e saltando bellamente sui salvagenti in modo gratuito. Filmando il tutto e vantandosi sui social media con dei post che hanno immortalato gli "intelligentoni" di turno.

"Finchè a divertirsi sono i bambini, non ho nulla da ridire. Lo fanno con innocenza e se strappo loro un sorriso sono felice" continua Oppy a tal proposito. Gli adulti che invece hanno già bene in mente di danneggiare un'opera pubblica in modo gratuito non li capisco proprio, anzi, mi mettono molta tristezza. È la palese dimostrazione - un'altra volta - di quanto questa società sia bacata e di quanto poco rispetto ci sia. E non c'è nemmeno più libertà".

Peccato, perchè l'immagine del Ticino è stata danneggiata per l'ennesima volta e, al di là della goliardia dei protagonisti (che l'atto di goliardo non ha proprio nulla...), viene quasi voglia di non proporre più nulla. Alimentando i cori e le voci del "in Ticino non si fa mai nulla, non succede mai nulla ed è un cantone morto".

Piazza Grande ora, per preservare ciò che resta dell'opera, è transennata. "Mi dispiace molto - prosegue Oppy De Bernardo. L'idea è che l'isola fosse visivamente libera da barriere, confidando nel senso civico della gente che avrebbe dovuto anche esserne fiera. Invece il senso civico è andato a farsi benedire e si è avuta la conferma che ci si diverte solo quando si distrugge".

L'intenzione era di mantenere i materassini in Piazza sino a metà aprile. Il progetto continua: "Sì, certo. Sistemeremo e rigonfieremo - tutto a titolo volontario - i fenicotteri e i salvagenti per mantenere il più integra possibile l'opera. Le persone che collaborano con me ci credono e quindi andremo avanti".

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1
    La curiosità

    Teatro da asporto per curarsi dal virus

    Se cercate un attimo di svago passate al Paravento di Locarno e ritirate un po’ di poesia o di umorismo da godervi a casa – Miguel Àngel Cienfuegos: «Lo facciamo per ricordare che siamo sempre qui e per ritrovare in qualche modo il nostro pubblico»

  • 2
  • 3
    Gordola

    Scuole al Burio, il Municipio fa luce sull’amianto

    L’Esecutivo chiarisce i contorni del preventivo mai arrivato sul suo tavolo: «Documento interno di lavoro, ma tutti gli importi sono contenuti nel progetto di risanamento» – Bruno Storni ribatte subito: «Questione molto opaca» – E si rivolge agli Enti locali

  • 4
    Verbano

    Lotta alle piante invasive sull’Isola dei Conigli

    I selvicoltori del Demanio forestale, con l’aiuto degli allievi dell’Istituto delle scuole speciali del Sopraceneri, all’opera per eliminare le specie non desiderate e preservare la vegetazione indigena - LE FOTO

  • 5
    coronavirus

    Disordini sul Lungolago, Muralto si organizza e Locarno è pronta ad aiutare

    Dopo un weekend di passione previsti più controlli, anche notturni, da parte della Polizia comunale assieme ad agenti di sicurezza privata – In caso di necessità maggiore supporto sarà dato anche dagli agenti della Città – Si analizzano le immagini delle telecamere per identificare i vandali

  • 1