I Pilatus PC-7 nei cieli ticinesi: è la scuola piloti

LOCARNO

Inizierà domani l’ultima fase di selezione per 14 candidati piloti militari che si concluderà l’11 settembre - Oltre all’istruzione teorica verrà effettuata anche quella pratica con voli a Sud delle Alpi e in Mesolcina

I Pilatus PC-7 nei cieli ticinesi: è la scuola piloti
© Forze aeree

I Pilatus PC-7 nei cieli ticinesi: è la scuola piloti

© Forze aeree

Domani, alla Base aerea di Locarno, inizierà l’ultima fase di selezione per 14 candidati piloti militari (undici di lingua tedesca e tre di lingua francese). Anche quest’anno purtroppo non figurano candidati ticinesi. Questa fase si protrarrà fino a venerdì 11 settembre. Seguendo un programma affinato da anni di esperienza, i candidati effettuano, oltre all’istruzione teorica, circa 18 ore di volo in doppio comando sopra i cieli del Ticino e della Mesolcina. I velivoli impiegati sono i Pilatus PC-7, mentre i monitori di volo sono tutti piloti militari professionisti con una lunga esperienza.

Con il sistema d’istruzione, adottato ormai da qualche anno, i candidati piloti militari si presentano per la selezione con il grado d’ufficiale. Dopo questa importante fase a Locarno coloro che adempiono i requisiti potranno proseguire la loro formazione come pilota militare professionista, nell'ambito della scuola piloti delle Forze aeree. Per quest’ultima fase della selezione dove si valutano in modo particolare le attitudini pratiche in volo e la padronanza della terza dimensione, è indispensabile l'utilizzo dei velivoli.

Con il simulatore sono già state verificate in precedenza altre caratteristiche. Le Forze aeree faranno tutto il possibile per limitare al minimo indispensabile il disturbo e ringraziano la popolazione per la comprensione. I giovani interessati ad una formazione di pilota o di paracadutista militare, ricordiamo, possono consultare il sito Internet www.sphair.ch.

I Pilatus PC-7 nei cieli ticinesi: è la scuola piloti
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1

    Rustici diroccati in svendita con la rete 5G incorporata

    Gambarogno

    Il Municipio sta affinando l’alienazione ad un franco ciascuna di dieci capanne nel nucleo montano di Sciaga – Il sindaco: «Siamo in attesa del via libera cantonale e federale» – Intanto anche a 1.200 di quota arriverà il Wi-Fi superveloce

  • 2
  • 3

    «I militari di nuovo in caserma?»

    Losone

    Alla luce delle necessità di maggiori spazi, palesate dall’esercito svizzero per il 2021, il PPD sonda la possibilità di riaprire l’ex piazza d’armi – «Un’occasione d’oro, da cogliere al volo»

  • 4

    Isole di Natale e Instagram, la Città non rinuncia alla magia

    Locarno

    Alberi e alberelli in vari quartieri, aree a tema in piazza e più luminarie per sopperire all’assenza della pista – Grazie agli allievi della scuole comunali allestito un calendario dell’Avvento virtuale che ogni giorno regalerà una sorpresa

  • 5
  • 1
  • 1