I pomodori sfrattano la canapa: è riconversione al contrario

Curiosità

Ad influire sul mercato sono la costante diminuzione della richiesta e la conseguente riduzione dei prezzi – Sem Genini: «Parecchi coltivatori hanno deciso di tornare sulle proprie scelte, optando nuovamente per la produzione di ortaggi, soprattutto sul Piano di Magadino»

I pomodori sfrattano la canapa: è riconversione al contrario
Le autorizzazioni riguardano le coltivazioni di canapa con bassa concentrazione di THC. ©CdT/Archivio

I pomodori sfrattano la canapa: è riconversione al contrario

Le autorizzazioni riguardano le coltivazioni di canapa con bassa concentrazione di THC. ©CdT/Archivio

Se la ridono i pomodori del Piano di Magadino: qualche anno fa avevano dovuto fronteggiare un’avversaria apparentemente imbattibile, pronta ad invadere campo dopo campo. A renderla forte, una redditività praticamente ineguagliabile. Coltivare un appezzamento a canapa permetteva infatti di guadagnare fra le 300 e le 400 volte di più rispetto alla stessa superficie riservata al rosso «testimonial» dell’agricoltura ticinese. Oggi le cose sono decisamente cambiate e i pomodori hanno iniziato a sfrattare a loro volta la rivale. Una riconversione al contrario, insomma, confermata sia dai dati riguardanti le autorizzazioni rilasciate dalla polizia cantonale sia dalle impressioni raccolte sul territorio da Sem Genini, Segretario agricolo cantonale.

Dall’impennata alla discesa

I dati fornitici dalla polizia...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1

    «Lei comunque ha ucciso una persona»

    IL PROCESSO

    Così il giudice Mauro Ermani si rivolge all’imputato al termine della prima giornata di dibattimento sul delitto di Muralto – Domattina si riprende con le requisitorie di accusa e difesa

  • 2

    «Il Ticino può essere orgoglioso e puntare ancora più in alto»

    Turismo

    Il cantone visto da Gratian Anda, uno dei proprietari del cinque stelle Castello del Sole di Ascona designato per la seconda volta miglior hotel svizzero dalla prestigiosa guida GaultMillau – Finora solo il Gran Resort di Bad Ragaz aveva fatto il bis - FOTO

  • 3
  • 4

    In aula il giallo della camera 501

    Il processo

    Si apre il dibattimento sulla morte violenta di una giovane inglese provocata dal suo partner in una camera d’albergo a Muralto – Lui continua a negare di averla voluta uccidere – Il processo servirà anche a far luce sulla storia dei due amanti, lontani anni luce tra loro

  • 5

    Le cannonate di un borgo che fece una scelta lungimirante

    Legami

    Per i 500 anni dal giuramento di fedeltà agli Svizzeri a Brissago si è ripercorsa una storia di indipendenza ma si è anche guardato al futuro – Ignazio Cassis: «È spesso nei momenti di grande incertezza che siamo spinti a prendere strade destinate a diventare durature»

  • 1
  • 1