Il sogno di pietra è diventato realtà

Lavizzara

Conclusi a Peccia i lavori per il Centro internazionale di scultura - L’inaugurazione è in programma il 2 maggio 2020 e sono già stati scelti i primi cinque artisti che occuperanno gli atelier

Il sogno di pietra è diventato realtà
Ad inaugurare lo spazio espositivo del nuovo Centro di scultura saranno le opere dell’artista messicano di fama internazionale Jose Dàvila (foto CIS)

Il sogno di pietra è diventato realtà

Ad inaugurare lo spazio espositivo del nuovo Centro di scultura saranno le opere dell’artista messicano di fama internazionale Jose Dàvila (foto CIS)

LAVIZZARA - A volte i sogni diventano realtà. Lo dimostra quanto accaduto in queste settimane a Peccia, in val Lavizzara, dove si sono conclusi i lavori per il Centro internazionale di scultura (CIS). Ora la struttura è ben visibile all’ingresso del villaggio, con il corpo centrale comprendente il padiglione espositivo, i laboratori, i servizi e i cinque atelier disposti uno accanto all’altro. L’inaugurazione sarà sabato 2 maggio 2020 e vi saranno anche la consegna degli atelier-laboratori ai cinque artisti selezionati per lavorarci e la grande mostra inaugurale dedicata alle opere dell’artista messicano di fama internazionale Jose Dàvila, realizzate direttamente con i materiali della valle, lo gneiss e il marmo Cristallina, la pietra di Peccia. Dàvila in aprile ha fatto visita al Centro, esprimendo il suo apprezzamento, ha visitato la cava di marmo, gli impianti di lavorazione della pietra in valle ed alcuni luoghi culturali del Ticino. Continuano anche i lavori per completare la Casa degli artisti, nel nucleo di Peccia: un’antica costruzione interamente ammodernata al suo interno, in modo da ricavare – grazie all’iniziativa di un mecenate - sei appartamenti con spazi comuni riservati agli artisti, che di anno in anno saranno in residenza al CIS. Sulla base di 132 dossier, provenienti da tutto il mondo, i borsisti selezionati per il periodo maggio-ottobre 202 sono Marina Bochert, 30 anni, Germania, vive e lavora a Düsseldorf; Zora Jankovic, 40 anni, Slovenia, vive e lavora a Berlino; Anto Jenson, 51 anni, India, vive e lavora a Uttar Pradesh; Shinroku Shimokawa, 39 anni, Giappone, vive e lavora a Stoccarda; Marie Strauss, 38 anni, Germania, vive e lavora a Berlino e in Messico.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1
  • 2
  • 3

    Anche la Stranociada personalizza i bicchieri

    ambiente

    La svolta ecologica del carnevale di Locarno sotto l’egida del nuovo presidente Lorenzo Manfredi - I contenitori riutilizzabili saranno testati durante la prossima edizione, fra il 21 e il 22 febbraio

  • 4

    Accordo con polemica sul nuovo asilo nido di Locarno

    quartiere saleggi

    L’associazione Zerosedici e la famiglia Pedrazzini hanno siglato l’intesa per l’apertura di una struttura dedicata alla prima infanzia nella residenza PerSempre - Gli esponenti politici della sinistra avrebbero però voluto che a realizzarla fosse il Comune

  • 5

    Losone, la Lega con gli Indipendenti

    ELEZIONI

    Per il Municipio si candidano Orlando Guidetti, Flavio Laffranchi e Moreno Milani - «Sono stati quattro anni molto combattuti», rileva la presidentessa sezionale Beatrice Duca, la quale lascia dopo oltre due decenni di impegno

  • 1
  • 1