Il turismo spinge l’acceleratore su territorio e attività all’aperto

Locarnese

Allo studio, tra molte altri progetti, 30 stazioni di ricarica per le biciclette elettriche

Il turismo spinge l’acceleratore su territorio e attività all’aperto
Tutti in sella alla scoperta del territorio locarnese. © Ascona-Locarno Tourism/Alessio Pizzicannella

Il turismo spinge l’acceleratore su territorio e attività all’aperto

Tutti in sella alla scoperta del territorio locarnese. © Ascona-Locarno Tourism/Alessio Pizzicannella

Il territorio, e le proposte ad esso leegate, è da sempre il grande atout del Locarnese. Se n’è avuta una riprova l’anno scorso, quando – come riflesso della pandemia – molti turisti svizzeri hanno scelto la regione del Verbano e i suoi gioielli per la proprie vacanze. «L’outdoor – spiega Benjamin Frizzi, direttore operativo dell’Organizzazione turistica Lago Maggiore e Valli – è da sempre al centro della nostra strategia dell’OTLMV ed è questa la ragione per cui l’anno scorso abbiamo avuto tanto successo. Semplicemente perché il nostro prodotto era già pronto e perché da sempre ci siamo orientati verso il turista svizzero, sia tedesco che romando. Guardando al futuro, pensiamo che il boom delle attività outdoor si rafforzerà ulteriormente, ed è per questo che stiamo lavorando, in collaborazione con istituzioni e partner, a tutta una serie di nuovi progetti».

Una rete regionale
Una rapida e solo parziale carrellata sui progetti allo studio include, ad esempio, nuove proposte di percorsi per gli appassionati di trail running, lo sviluppo di nuovi percorsi per le ciaspole (attività che l’inverno passato ha conosciuto un clamoroso successo), la posa di pedane specifiche per la pratica dello yoga all’aperto in Valle Verzasca, lo sviluppo di itinerari rivolti al turismo accessibile fra Maggia e Lodano, sulle Isole di Brissago e in Valle Verzasca (se ne sta attualmente occupando la Supsi), la messa in rete delle proposte di bouldering e arrampicata. Un occhio di riguardo è naturalmente dedicato alla bicicletta, mezzo di trasporto e di svago sempre più popolare. Nel suo ambito di competenza, l’OTLMV si è fatto promotore di un progetto che prevede l’installazione di una rete regionale di stazioni di ricarica per le bici elettriche. L’idea è di posizionarne una trentina in modo capillare sul territorio, lungo gli itinerari più battuti dai ciclisti, sfruttando punti di appoggio come grotti o ristoranti. «È un po’ presto per entrare in maggiori dettagli e per definire date certe per la realizzazione. Diciamo che il progetto sta seguendo il suo iter, ma restano da affrontare questioni importanti. Speriamo che il tutto possa concludersi entro la fine del 2021», osserva Mariano Berri, project manager outdoor dell’OTLMV.

Le mountain bike
Altro capitolo di grande rilievo, quello delle mountain bike, sport praticato da un pubblico in costante crescita e disposto a spendere per il proprio confort in vacanza (ristoranti, impianti di risalita, alloggi in bike hotel specializzati). È un target dunque interessante che ha un grande potenziale. «Per fare un po’ di ordine in un settore il cui sviluppo è stato finora lasciato all’iniziativa, e a volte anche un po’ all’improvvisazione, di singoli ed associazioni, stiamo collaborando col Centro di competenza cantonale mountain bike per mappare il territorio e definire quello che sarà il futuro piano cantonale dei percorsi e delle infrastrutture per la mountain bike», conclude Berri. L’idea è di giungere fra alcuni anni al varo di una legge che, analogamente a quanto fatto per i sentieri, definisca tracciati, compiti e finanziamenti per la realizzazione e la manutenzione dei percorsi per le due ruote.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1

    I luoghi d’arte fan gruppo ed emerge uno squadrone

    Locarnese

    Pubblicato un opuscolo in cui 12 musei o fondazioni si presentano all’unisono – Scopo dell’iniziativa, nata durante un anno fortemente condizionato dalla pandemia, è quello di far conoscere la variegata offerta espositiva della regione ai turisti, ma anche ai ticinesi

  • 2

    Due feriti non gravi in un incidente a Tenero

    Locarnese

    Il conducente di una vettura stava uscendo dalla rampa del posteggio quando, per motivi da stabilire, si è spostato sulla sinistra cadendo dal muretto laterale e terminando nel piazzale sottostante

  • 3
  • 4

    La pandemia non contagia i conti dell’ambulanza

    SALVA

    Malgrado le difficoltà operative, soprattutto al lockdown, nel 2020 meno costi a carico dei Comuni convenzionati del Locarnese e Valli – Primi mesi comprensibilmente tranquilli ma dopo le riaperture si sono raggiunte cifre record per un totale di 5.562 interventi

  • 5
  • 1
  • 1