Il Vanilla annuncia lo stop: «È una decisione che prendiamo con dolore»

RIAZZINO

La discoteca, alla luce della situazione epidemiologica e delle restrizioni, ha deciso di chiudere – Dal punto di vista logistico non è possibile mettere a disposizione sufficienti posti a sedere e purtroppo non è neppure realistico riuscire a imporre l’uso della mascherina in una pista da ballo così grande e capiente – «Dobbiamo fare la nostra parte»

Il Vanilla annuncia lo stop: «È una decisione che prendiamo con dolore»
© CdT/Archivio

Il Vanilla annuncia lo stop: «È una decisione che prendiamo con dolore»

© CdT/Archivio

«Vanilla è un catalizzatore di emozioni, gioia e divertimento e per poter svolgere la propria attività deve poter operare in un contesto privo di limitazioni e timori». È questa la motivazione alla base della decisione presa dalla direzione del Vanilla Club di Riazzino che annuncia sulla sua pagina Facebook lo stop. «Le imminenti restrizioni di recente annunciate, la situazione internazionale che non permette agli artisti di viaggiare e il senso di responsabilità della gestione del locale hanno portato alla decisione di sospendere il programma della discoteca più grande della Svizzera».

Il club di Riazzino aveva riaperto il 9 ottobre e dopo soli quattro eventi dice ancora basta. «Le restrizioni annunciate, che vedono l’obbligo di utilizzo della mascherina negli spazi chiusi e quello di consumare bevande esclusivamente da seduti, rendono impossibile il normale svolgimento dell’attività di un Club come Vanilla. Per la consumazione di bevande, dal punto di vista logistico non è possibile mettere a disposizione sufficienti posti a sedere in un locale di queste dimensioni e purtroppo non è neppure realistico riuscire a imporre l’uso della mascherina in una pista da ballo così grande e capiente».

Con la situazione epidemiologica sempre più grave, la direzione del club ha deciso di «fare la sua parte, accettando le nuove disposizioni e annunciando il rinvio dei prossimi eventi, in attesa di un momento più sereno». Una scelta «presa con dolore», ma doverosa.

Informazione di servizio: La serata di sabato 4 dicembre, che prevedeva come ospiti DJ Antoine e gli Eiffel 65, viene rinviata a sabato 19 marzo 2022. I biglietti acquistati sono automaticamente validi per la nuova data. Anche per le serate del 7, 11 e 18 dicembre a breve verrà comunicata la data di rinvio.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1

    Una scuola dai piedi d’argilla che andrebbe presto riconvertita

    Infanzia

    L’analisi della Commissione della gestione di Locarno a margine dell’ennesima richiesta di credito per interventi alla sede dei Saleggi – Un complesso di grande pregio architettonico (firmato da Livio Vacchini) edificato però 50 anni fa sopra una discarica – Al Municipio si chiede ora di affrontare il problema alla radice

  • 2
  • 3

    Una giudice in missione per l’ONU

    La storia

    La losonese Elena Catenazzi inviata nella Repubblica centraficana quale membro della Corte penale speciale istituita sotto l’egida delle Nazioni Unite per istruire i processi riguardanti numerosi crimini contro l’umanità – «Più lo conosco e più mi convinco che è questo il continente del futuro»

  • 4
  • 5
  • 1
  • 1