«Il vento è la grande insidia per chi pratica il volo libero»

Parapendista disperso

Parla l’esperto Biagio Lepori, il quale si esprime sui principali rischi legati alla disciplina – «Ogni persona quando si trova in cielo decide in base alle proprie condizioni fisiche e a quelle meteorologiche»

«Il vento è la grande insidia per chi pratica il volo libero»
Ancora nessuna traccia del parapendista decollato sabato alle 11.30 da Cimetta. © CdT/Archivio

«Il vento è la grande insidia per chi pratica il volo libero»

Ancora nessuna traccia del parapendista decollato sabato alle 11.30 da Cimetta. © CdT/Archivio

Sono continuate senza sosta anche ieri, ma purtroppo senza gli esiti sperati, le ricerche del parapendista ticinese disperso da sabato. L’area da perlustrare rimane molto ampia: dalle valli del Locarnese al Vallese, passando per i territori dell’Ossola. La vasta fetta di territorio è stata scandagliata in collaborazione tra la Rega, gli uomini del Soccorso alpino svizzero e i preposti enti italiani e vallesani, ai quali si è aggiunto anche un elicottero Superpuma dell’Esercito svizzero, provvisto delle dotazioni tecniche utili in casi simili. Molti anche i volontari che, accogliendo gli appelli pubblicati sui social network dagli amici dello scomparso, si sono adoperati per scovare ogni possibile traccia della sua vela rossa con attacco giallo.

Attenzione al ventoLo sventurato, ricordiamo, è...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Locarno
  • 1
  • 1