«Io non ho colpito nessuno, anzi...»

Omicidio di Gordola

Il 23.enne alla sbarra accusato di aver picchiato a morte il 44.enne del Mendrisiotto fuori dalla discoteca La Rotonda nega ogni suo coinvolgimento

«Io non ho colpito nessuno, anzi...»

«Io non ho colpito nessuno, anzi...»

LUGANO - Subito dopo i fatti e durante l’inchiesta ha cambiato diverse volte versione, ma oggi davanti alla corte delle assise criminali presieduta da Amos Pagnamenta, il 23.enne biaschese accusato di omicidio intenzionale per aver picchiato a morte il 44.enne del Mendrisiotto due anni fa all’esterno della discoteca La Rotonda di Gordola, ha deciso di respingere fermamente le conclusione dell’inchiesta. «Non ho colpito nessuno. Anzi, i buttafuori mi hanno pestato fuori dal locale. Volevo solo raggiungere la mia ex fidanzata».

Il procuratore, su richiesta del giudice, per un’eventuale condanna (che secondo lui deve superare i 10 anni) ne chiede la carcerazione. L’uomo, infatti, dopo quattro mesi di carcere preventivo si trova attualmente a piede libero e lavora in Svizzera interna come venditore.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1

    Prende forma il futuro delle funivie centovalline

    Concorso

    Il progetto «Umbrela» dell’architetto Francesco Buzzi si aggiudica il concorso per la Verdasio-Rasa – Il rinnovo completo delle strutture comporta un investimento di 11,7 milioni di franchi – L’iter rallentato dal coronavirus

  • 2

    La politica riparte dal Palexpo

    Locarno

    Dopo il lockdown torna a riunirsi il Consiglio comunale con un credito di 1,5 milioni legato alla COVID-19 – Ma per garantire la distanza tra i partecipanti si lascia Palazzo Marcacci a vantaggio della grande sala alla Morettina

  • 3

    Corse ogni 30 minuti tra Locarno e Intragna

    Ferrovia

    Firmato un accordo tra le FART e l’Ufficio federale dei trasporti che rientra nel progetto di rinnovo e potenziamento della rete delle Centovalli e di quella nazionale

  • 4

    Lifting per il simbolo dell’idroelettrico

    Locarno

    Restauro da 14,5 milioni di franchi in vista per la sede amministrativa dell’OFIMA – L’edificio risale agli anni Sessanta ed è stato firmato dal rinomato architetto Paolo Mariotta – Struttura innovativa per la sua epoca, è oggi un bene culturale protetto a livello cantonale

  • 5

    La Città pensa a chi ha la passione ma non l’orto

    Locarno

    È pronto il progetto per la creazione dei primi sedici appezzamenti coltivabili nella zona della Morettina – Ulteriori spazi potrebbero essere ricavati davanti al Parco Robinson ma tutto dipenderà dalle nuove priorità d’investimento

  • 1
  • 1