L’iniziativa «Salva Monte Brè» al vaglio del Consiglio comunale di Locarno

Territorio

Spetta ora al Legislativo esprimersi sulla richiesta popolare di tutelare il comparto collinare da un’eventuale speculazione edilizia

L’iniziativa «Salva Monte Brè» al vaglio del Consiglio comunale di Locarno
(fotopedrazzini.ch)

L’iniziativa «Salva Monte Brè» al vaglio del Consiglio comunale di Locarno

(fotopedrazzini.ch)

LOCARNO – L’iniziativa popolare comunale promossa dall’associazione Salva Monte Brè per scongiurare la costruzione del prospettato maxi resort da parte di un gruppo di imprenditori privati è ora al vaglio del Consiglio comunale di Locarno. Dopo aver annunciato l’intenzione di istituire una zona di pianificazione a tutela del comparto collinare, il Municipio cittadino, come anticipato dal sindaco Alain Scherrer nei giorni scorsi al CdT, ha sottoposto oggi il relativo testo al Legislativo nella stessa forma generica stilata dai suoi promotori (quindi senza messaggio di accompagnamento o particolari proposte). La Legge organica comunale in questi casi prevede che il Legislativo si esprima sulla questione sottopostagli, sia attraverso un’elaborazione dell’iniziativa stessa, sia con l’eventuale presentazione di un controprogetto da sottoporre al voto popolare. Nel presentare l’iniziativa (con le sue 1.868 firme valide) al Consiglio comunale il Municipio ribadisce di «voler approfondire seriamente il tema per individuare una soluzione di buon equilibrio tra lo sviluppo e la protezione del territorio, come sempre è stata sua intenzione».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1

    Tante soluzioni condivise che fanno sparire il confine

    Verbano

    Gambarogno e Luino presentano i primi risultati concreti e i prossimi obiettivi del progetto Interreg Smart Border – L’obiettivo dal quale si è partiti è quello di una mobilità sostenibile per risolvere il problema comune del traffico transfrontaliero

  • 2

    Tullio De Piscopo, il mago del ritmo

    AgendaSette

    Lunedì 20 settembre riparte l’attività del Jazz Cat Club di Ascona con il grande batterista italiano che ricorda l’amico Pino Daniele

  • 3

    Teatro Dimitri, 50 anni con il sorriso di un clown

    Verscio

    Domenica si festeggia il giubileo della struttura e della scuola fondata dall’artista asconese scomparso nel 2016 – Dalle 11 alle 18 su sei palcoscenici allestiti per l’occasione una non stop di musica, spettacoli e acrobazie per bambini e adulti

  • 4

    Due scrigni dalle sonorità degne di una sala per concerti

    Acustica

    Le chiese del Papio e di San Francesco non hanno nulla da invidiare agli spazi concepiti ad hoc per la musica – Uno dei migliori solisti al mondo entusiasta delle risonanze asconesi – A Locarno ottimi risultati con gli interventi di tre anni fa

  • 5
  • 1
  • 1