L’iniziativa «Salva Monte Brè» al vaglio del Consiglio comunale di Locarno

Territorio

Spetta ora al Legislativo esprimersi sulla richiesta popolare di tutelare il comparto collinare da un’eventuale speculazione edilizia

L’iniziativa «Salva Monte Brè» al vaglio del Consiglio comunale di Locarno
(fotopedrazzini.ch)

L’iniziativa «Salva Monte Brè» al vaglio del Consiglio comunale di Locarno

(fotopedrazzini.ch)

LOCARNO – L’iniziativa popolare comunale promossa dall’associazione Salva Monte Brè per scongiurare la costruzione del prospettato maxi resort da parte di un gruppo di imprenditori privati è ora al vaglio del Consiglio comunale di Locarno. Dopo aver annunciato l’intenzione di istituire una zona di pianificazione a tutela del comparto collinare, il Municipio cittadino, come anticipato dal sindaco Alain Scherrer nei giorni scorsi al CdT, ha sottoposto oggi il relativo testo al Legislativo nella stessa forma generica stilata dai suoi promotori (quindi senza messaggio di accompagnamento o particolari proposte). La Legge organica comunale in questi casi prevede che il Legislativo si esprima sulla questione sottopostagli, sia attraverso un’elaborazione dell’iniziativa stessa, sia con l’eventuale presentazione di un controprogetto da sottoporre al voto popolare. Nel presentare l’iniziativa (con le sue 1.868 firme valide) al Consiglio comunale il Municipio ribadisce di «voler approfondire seriamente il tema per individuare una soluzione di buon equilibrio tra lo sviluppo e la protezione del territorio, come sempre è stata sua intenzione».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1

    L’acqua resta potabile nonostante la torbidità

    Verzasca

    Il problema, che riguarda i comuni di Minusio e Tenero-Contra, è dovuto allo svuotamento del bacino idroelettrico di Vogorno che ha provocato la mobilizzazione di sedimenti e l’intorbidimento delle acque del fiume a valle della diga - Il Dipartimento del territorio raccomanda in ogni caso alla popolazione un uso parsimonioso dell’acqua potabile

  • 2
  • 3

    Una gelata di ricorsi ritarda ancora la fioritura del Parco Balli

    Polomone verde

    Dopo il via libera del Governo all’approvazione del Legislativodi Locarno, nuovi ostacoli sul cammino della variante pianificatoria – In attesa di poter lanciare il concorso di progettazione, il giardino sarà comunque riaperto provvisoriamente al pubblico in primavera

  • 4

    Il delitto di Muralto tornerà in aula

    Locarno

    Gli avvocati del 32.enne tedesco, Yasar Ravi e Luisa Polli, hanno inoltrato la dichiarazione di appello dopo aver esaminato le motivazioni scritte della sentenza di primo grado

  • 5

    Anno decisivo per un castello che vuol tornare a pulsare

    Locarno

    L’obiettivo del Municipio è presentare la richiesta di credito legata al recupero del maniero entro la fine del 2022 – A breve il primo incontro con l’Ufficio dei beni culturali per concordare gli interventi il cui costo è stimato in 15 milioni

  • 1
  • 1