L’unione di sette campanili per rilanciare la Verzasca

Elezioni

Il prossimo 5 aprile nascerà il nuovo Comune con tre liste in corsa per Municipio e Consiglio comunale – Nel mirino le vie tracciate dal programma di sviluppo per risollevare un territorio che lotta contro lo spopolamento

L’unione di sette campanili per rilanciare la Verzasca
Vogorno ospiterà le sede amministrativa del nuovo Comune. © CdT/Chiara Zocchetti

L’unione di sette campanili per rilanciare la Verzasca

Vogorno ospiterà le sede amministrativa del nuovo Comune. © CdT/Chiara Zocchetti

Dalle «Maldive» a due passi da Milano ad orgoglioso e unico «campanile» di valle. Al terzo tentativo – due votazioni consultive hanno respinto l’unione della valle con il Piano – il prossimo 5 aprile nascerà formalmente il Comune di Verzasca. Sette villaggi di montagna, poco meno di 900 abitanti in tutto, ma con un vasto territorio coperto in massima parte da montagne e boschi, bagnato da un fiume come la Verzasca che porta energia elettrica e turisti ma che inevitabilmente divide in due un luogo che, come tante regioni periferiche, sta invecchiando, si sta spopolando e cerca un’occasione di rilancio per non diventare una valle-fantasma. All’orizzonte un nuovo Comune governato da un’unica amministrazione locale (cinque municipali e 20 consiglieri comunali) che scaturirà appunto dalle urne e...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1
  • 1