La barca non ha più barriere

Muralto

Inaugurato il primo sollevatore per persone con disabilità nel Locarnese – Il nuovo impianto va ad aggiungersi ai sei già in funzione sulle sponde italiane del Verbano

La barca non ha più barriere
Il sollevatore in azione.

La barca non ha più barriere

Il sollevatore in azione.

Anche sul bacino svizzero del Verbano, per le persone con difficoltà motorie salire e scendere da un’imbarcazione sarà più semplice. Il primo sollevatore per persone disabili è infatti stato inaugurato negli scorsi giorni al Porto Nuovo di Muralto. A fare gli onori di casa, la vice sindaco Anna Maria Sury e il municipale Leonardo Iampietro, oltre ad alcuni consiglieri comunali. La piccola cerimonia ha avuto luogo a bordo del grande catamarano turistico di Edgar Stemich.

Collaborazione «insubrica»
Il progetto è il frutto della collaborazione tra il Comune di Muralto, i Rotary Club di Bellinzona e Locarno (presidenti Nicola Cresto e Paolo Colombo), il Rotary Club di Borgomanero-Arona (presidente Gianmarco Martinotti) e la Fondazione Ubaldo e Maria Scazziga. L’impianto installato a Muralto è inquadrato nel progetto «Diversamentelago», ideato dai club Rotary «insubrici» d’oltre confine e che attualmente conta 6 sollevatori in altrettanti porti del Lago Maggiore, da Cannobio fino ad Arona, altri 3 sul Lago d’Orta e uno sul Lago di Viverone.

Basta un minuto
La struttura installata al porto di Muralto è costituita da una piattaforma sollevabile attraverso un argano a mano. L’operazione d’imbarco dura circa un minuto e – salvo casi particolari – può essere effettuata da un singolo accompagnatore. Nel caso di natanti di grandi dimensioni l’utente viene imbarcato con la propria sedia a rotelle, tradizionale o elettrica. Su barche più piccole il trasbordo avviene senza carrozzina e con il supporto di un’imbracatura. Come detto, in linea di massima il sollevatore può essere impiegato da un singolo accompagnatore. Tuttavia per garantire un servizio completo, il Comune metterà a disposizione una persona, adeguatamente formata, che su chiamata si presenterà al porto.
Tra le prossime novità del progetto «Diversamentelago», un’applicazione per smartphone.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1

    Una meraviglia nascosta nel cuore del borgo

    Papio

    Mentre prende forma la nuova mensa del collegio asconese, si pensa anche al giardino – Riqualifica inv ista per la preziosa area verde seicentesca, un unicum a livello ticinese

  • 2

    Sempre più cure a casa

    Preventivo

    Attività in crescita nel 2020 per l’aiuto domiciliare locarnese e valmaggese – Le ore di prestazioni erogate saliranno a 140.000 interessando il 3% dei residenti

  • 3

    Da forbici e bigodini al volante dei giganti blu

    La storia

    Marijana Bardak, una delle tre donne conducenti sui bus delle FART, si racconta - Intanto l’azienda è alla ricerca di 50 candidati pronti a guidare i nuovi veicoli che arricchiranno la sua flotta

  • 4
  • 5

    A Locarno, una passeggiata più confortevole

    Mobilità lenta

    Diversi interventi di ammodernamento in vista per il passaggio di via San Jorio – Un restyling da 410.000 franchi che prevede migliorie sul fronte dell’illuminazione, dell’arredo e non solo

  • 1
  • 1