La barca non ha più barriere

Muralto

Inaugurato il primo sollevatore per persone con disabilità nel Locarnese – Il nuovo impianto va ad aggiungersi ai sei già in funzione sulle sponde italiane del Verbano

La barca non ha più barriere
Il sollevatore in azione.

La barca non ha più barriere

Il sollevatore in azione.

Anche sul bacino svizzero del Verbano, per le persone con difficoltà motorie salire e scendere da un’imbarcazione sarà più semplice. Il primo sollevatore per persone disabili è infatti stato inaugurato negli scorsi giorni al Porto Nuovo di Muralto. A fare gli onori di casa, la vice sindaco Anna Maria Sury e il municipale Leonardo Iampietro, oltre ad alcuni consiglieri comunali. La piccola cerimonia ha avuto luogo a bordo del grande catamarano turistico di Edgar Stemich.

Collaborazione «insubrica»
Il progetto è il frutto della collaborazione tra il Comune di Muralto, i Rotary Club di Bellinzona e Locarno (presidenti Nicola Cresto e Paolo Colombo), il Rotary Club di Borgomanero-Arona (presidente Gianmarco Martinotti) e la Fondazione Ubaldo e Maria Scazziga. L’impianto installato a Muralto è inquadrato nel progetto «Diversamentelago», ideato dai club Rotary «insubrici» d’oltre confine e che attualmente conta 6 sollevatori in altrettanti porti del Lago Maggiore, da Cannobio fino ad Arona, altri 3 sul Lago d’Orta e uno sul Lago di Viverone.

Basta un minuto
La struttura installata al porto di Muralto è costituita da una piattaforma sollevabile attraverso un argano a mano. L’operazione d’imbarco dura circa un minuto e – salvo casi particolari – può essere effettuata da un singolo accompagnatore. Nel caso di natanti di grandi dimensioni l’utente viene imbarcato con la propria sedia a rotelle, tradizionale o elettrica. Su barche più piccole il trasbordo avviene senza carrozzina e con il supporto di un’imbracatura. Come detto, in linea di massima il sollevatore può essere impiegato da un singolo accompagnatore. Tuttavia per garantire un servizio completo, il Comune metterà a disposizione una persona, adeguatamente formata, che su chiamata si presenterà al porto.
Tra le prossime novità del progetto «Diversamentelago», un’applicazione per smartphone.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1
  • 2

    Prende forma il futuro delle funivie centovalline

    Concorso

    Il progetto «Umbrela» dell’architetto Francesco Buzzi si aggiudica il concorso per la Verdasio-Rasa – Il rinnovo completo delle strutture comporta un investimento di 11,7 milioni di franchi – L’iter rallentato dal coronavirus

  • 3

    La politica riparte dal Palexpo

    Locarno

    Dopo il lockdown torna a riunirsi il Consiglio comunale con un credito di 1,5 milioni legato alla COVID-19 – Ma per garantire la distanza tra i partecipanti si lascia Palazzo Marcacci a vantaggio della grande sala alla Morettina

  • 4

    Corse ogni 30 minuti tra Locarno e Intragna

    Ferrovia

    Firmato un accordo tra le FART e l’Ufficio federale dei trasporti che rientra nel progetto di rinnovo e potenziamento della rete delle Centovalli e di quella nazionale

  • 5

    Lifting per il simbolo dell’idroelettrico

    Locarno

    Restauro da 14,5 milioni di franchi in vista per la sede amministrativa dell’OFIMA – L’edificio risale agli anni Sessanta ed è stato firmato dal rinomato architetto Paolo Mariotta – Struttura innovativa per la sua epoca, è oggi un bene culturale protetto a livello cantonale

  • 1
  • 1