La crisi delle voci fa tacere un’eccellenza musicale

Il commiato

Ha cessato l’attività (ma spera di poterla riprendere) il Coro Palestrina di Locarno, fondato nel 1947 dal maestro Walter Rüsch e conosciuto a livello inernazionale

La crisi delle voci fa tacere un’eccellenza musicale
Il complesso ai tempi in cui poteva ancora contare su un organico sufficiente. ©Coro Palestrina

La crisi delle voci fa tacere un’eccellenza musicale

Il complesso ai tempi in cui poteva ancora contare su un organico sufficiente. ©Coro Palestrina

Eccellere nella propria passione, tanto da portarla a livelli non lontani dal professionismo. Lo hanno fatto per decenni i cantori del Coro Palestrina di Locarno, punto di riferimento nell’ambito della polifonia sacra che ha saputo guadagnarsi riconoscimenti anche a livello internazionale. Voci importanti, insomma, che hanno da poco smesso di cantare, forse per sempre, a poche settimane dall’anno che avrebbe segnato il 75.esimo di fondazione. «Ci piange il cuore – sottolinea la presidente Beatrice Debernardis –, ma il numero ridotto di cantori rendeva ormai insostenibile l’attività». Anche il rinomato Palestrina, insomma, risente di un’evoluzione che sta toccando molte corali amatoriali, confrontate con una costante emorragia di voci. Molteplici le cause della crisi, per la formazione locarnese...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1

    «Aumenteremo i controlli»

    Locarno

    Giro di vite sulla sicurezza da parte di Palazzo Marcacci dopo la seconda rissa nel giro di pochi giorni e il ferimento di due giovani – Il capodicastero Pierluigi Zanchi: «Più ronde di polizia nel fine settimana e altre videocamere alla Rotonda»

  • 2
  • 3

    Ancora un pestaggio tra giovani

    Locarno

    Un ragazzo di 18 anni aggredito nei presi di Piazza Grande - Il municipale Pierluigi Zanchi: «Vogliamo capire quanto successo per decidere quali strategie adottare affinché episodi simili non abbiano a ripetersi»

  • 4

    La pandemia non ha fermato la Pro Militia

    Esercito

    Riunita in assemblea l’associazione che raggruppa i militi di ogni grado dei corpi di truppa e dei servizi – Riconfermato il presidente uscente Angelo Polli e rinnovato il comitato – Passate in rassegna le varie attività svolte nel 2021, nonostante le difficoltà causate dal coronavirus

  • 5

    Per sbrogliare il... nodo intermodale tornano in auge i concorrenti

    Trasporti

    Dopo l’incontro fra i partner a Bellinzona, il Municipio di Muralto darà mandato all’esperto di individuare un’alternativa che risolva l’impasse del comparto stazione – Si approfondiranno tutti i progetti che avevano partecipato allo studio di mandato in parallelo

  • 1
  • 1