La nuova casa comunale fa il suo ingresso nella realtà

Losone

Domanda di costruzione e modine per l’opera il cui cantiere dovrebbe partire in autunno

La nuova casa comunale fa il suo ingresso nella realtà
Le modine sorte attorno all’attuale sede della polizia. © CdT

La nuova casa comunale fa il suo ingresso nella realtà

Le modine sorte attorno all’attuale sede della polizia. © CdT

Finora ne avevamo solo letto. Oppure avevamo visto sulla carta come l’hanno immaginata gli architetti dello studio Baserga e Mozzetti di Muralto. Ora la nuova casa comunale di Losone fa il suo ingresso nella realtà. In centro paese, proprio davanti all’attuale sede dell’amministrazione e della polizia, hanno fatto la propria apparizione le modine che ne disegnano i limiti nello spazio. E – ovviamente – nel contempo il Municipio ha pubblicato la relativa domanda di costruzione, consultabile fino al 17 dicembre. Si tratta di un’opera importante, che permetterà di ridisegnare il nucleo del comune, intento del quale si discuteva da decenni, come pure della necessità di dare una sede consona a tutti i servizi della pubblica amministrazione. Da qui il concorso di architettura, che ha portato alla scelta del lavoro denominato Centrum. Quest’ultimo prevede l’edificazione di un volume di tre piani a pianta quadrata, ubicato sul lato sud-est del comparto, liberando anche uno spazio che diventerà una nuova piazza – punto d’incontro attualmente inesistente a Losone – a contatto con la vicina chiesa di San Rocco e con l’ex casa comunale. All’interno del palazzo troveranno posto l’amministrazione comunale, l’ufficio controllo abitanti, il Servizio finanze, le istituzioni sociali, la Polizia comunale e spazi comuni. Nella parte interrata sarà pure realizzato un autosilo con 27 posti. Al piano terra è previsto uno spazio coperto che potrà essere utilizzato per l’organizzazione di eventi.

Investimento di 12,4 milioni
Per realizzare l’opera, lo ricordiamo, il Legislativo di Losone aveva approvato a larga maggioranza un credito di 12,4 milioni di franchi. Secondo gli intendimenti del Municipio, i lavori dovrebbero cominciare nel prossimo autunno e saranno preceduti dalle necessarie opere di demolizione delle strutture attuali. L’operazione permetterà anche una riqualificazione dell’odierna sede amministrativa del vicino ex asilo comunale.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

    Boom di abitanti sotto il vessillo del Pardo

    Locarno

    Negli scorsi 12 mesi la Città ha registrato un aumento di 375 anime, raggiungendo quota 16.405 e tornando ai livelli del 2016, quando iniziò una leggera ma costante flessione – Il sindaco Scherrer: «Un dato che ripaga l’Amministrazione degli sforzi profusi per offrire servizi di qualità»

  • 5

    Presto i bus delle FART si fermeranno a Urbino

    Trasporti

    Scelto il progetto vincitore del concorso per la realizzazione della nuova officina e deposito dell’azienda locarnese a Riazzino – Il lavoro è firmato dal gruppo interdisciplinare guidato dallo studio di architettura canevascini&corecco sagl di Lugano – L’investimento previsto, conferma il direttore Claudio Blotti, si aggira sui 20 milioni di franchi

  • 1
  • 1