La relazione, il fucile e quel video sui social

IL DRAMMA

È in pericolo la vita della giovane di Solduno contro la quale l’ex compagno ha rivolto l’arma da fuoco (non militare) ferendola all’addome - Il ventenne è accusato di tentato assassinio ed era oggetto di una misura restrittiva che gli impediva di avvicinarsi alla ragazza - I testimoni: «L’ho sentita urlare, è stato terribile» - Il messaggio online su amore e fiducia

La relazione, il fucile e quel video sui social
Il vetro in frantumi della porta d’ingresso della palazzina di via Vallemaggia 51a. © CdT

La relazione, il fucile e quel video sui social

Il vetro in frantumi della porta d’ingresso della palazzina di via Vallemaggia 51a. © CdT

La relazione, il fucile e quel video sui social
© Rescue Media

La relazione, il fucile e quel video sui social

© Rescue Media

Ferita (almeno) da un colpo di fucile a distanza ravvicinata. Sono sempre gravi, tanto da indurre i medici a ritenere la sua vita in pericolo, le condizioni della 22.enne ticinese di Solduno contro la quale, ieri poco prima delle 22, un ventenne confederato ha scatenato la propria ira. L’ex ragazzo della vittima – che secondo Ticinonews era oggetto di una misura restrittiva che gli impediva di avvicinarsi alla ragazza – è accusato di tentato assassinio subordinatamente tentato omicidio intenzionale. Il movente sarebbe dunque la gelosia, anche considerando che secondo nostre informazioni il giovane del canton San Gallo, cittadino svizzero, dopo la fine della loro storia avrebbe continuato a dimostrarsi assai possessivo nei confronti della donna. Fermato e poi rilasciato, dopo i primi interrogatori...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1
  • 1