La salvaguardia del Monte Brè passa dal Consiglio comunale

Locarno

Il Municipio cittadino ha confermato la ricevibilità dell’iniziativa popolare che chiede di rivedere il Piano regolatore del comparto minacciato dalla costruzione di un maxi resort e ha ora un mese di tempo per sottoporla al Legislativo, eventualmente accompagnandola con un controprogetto

La salvaguardia del Monte Brè passa dal Consiglio comunale
Veduta panoramica sul Monte Brè. (fotopedrazzini.ch)

La salvaguardia del Monte Brè passa dal Consiglio comunale

Veduta panoramica sul Monte Brè. (fotopedrazzini.ch)

La salvaguardia del Monte Brè passa dal Consiglio comunale
La consegna delle firme, avvenuta il 3 maggio, al Municipio di Locarno da parte del comitato di Salva Monte Brè. (Foto Garbani)

La salvaguardia del Monte Brè passa dal Consiglio comunale

La consegna delle firme, avvenuta il 3 maggio, al Municipio di Locarno da parte del comitato di Salva Monte Brè. (Foto Garbani)

LOCARNO – Approderà presto sul tavolo del Consiglio comunale di Locarno l’iniziativa popolare promossa dall’associazione Salva Monte Brè al fine di scongiurare un’eventuale speculazione edilizia sulla montagna locarnese e, quindi, la costruzione del controverso maxi resort promossa dall’agenzia immobiliare Augur Invest. Constatata la validità di 1.868 sottoscrizioni (ne erano necessarie 1.349) e verificato il rispetto delle norme vigenti, il Municipio cittadino ha infatti confermato nei giorni scorsi la ricevibilità e la regolarità della domanda di iniziativa presentatagli, lo ricordiamo, il 3 maggio. Pubblicato l’avviso sull’albo comunale, l’Esecutivo ha ora un mese di tempo per sottoporre l’iniziativa «Salva Monte Brè» – che chiede che venga modificato e aggiornato il Piano regolatore in...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1
  • 1