Le antiche faggete patrimonio dell’UNESCO

riconoscimento

La foresta della Valle di Lodano è un esempio dello sviluppo ecologico rappresentato dall’espansione delle faggete su tutto il territorio europeo dopo l’ultima glaciazione

Le antiche faggete patrimonio dell’UNESCO
© UFAM

Le antiche faggete patrimonio dell’UNESCO

© UFAM

Le antiche faggete della Valle di Lodano (TI) e del Bettlachstock (SO) fanno ormai parte del patrimonio naturale dell’umanità. Lo ha comunicato oggi l’UNESCO che ha deciso di inserire nella lista altri siti simili presenti in Europa.

Le antiche faggete del Bettlachstock e della Valle di Lodano sono un esempio straordinario dello sviluppo ecologico eccezionale rappresentato dall’espansione delle faggete su tutto il territorio europeo dopo l’ultima glaciazione. Le foreste della Valle di Lodano e della Bettlachstock sono già oggi delle riserve integrali e gioiscono di una buona protezione.

In un comunicato diffuso su Twitter, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura rammenta che oltre ai due siti elvetici, la lista delle faggete di particolare interesse è stata estesa anche a siti analoghi in Bosnia-Erzegovina, Repubblica Ceca, Francia, Italia, Montenegro, Macedonia del Nord, Polonia, Serbia e Slovacchia.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1

    Tante soluzioni condivise che fanno sparire il confine

    Verbano

    Gambarogno e Luino presentano i primi risultati concreti e i prossimi obiettivi del progetto Interreg Smart Border – L’obiettivo dal quale si è partiti è quello di una mobilità sostenibile per risolvere il problema comune del traffico transfrontaliero

  • 2

    Tullio De Piscopo, il mago del ritmo

    AgendaSette

    Lunedì 20 settembre riparte l’attività del Jazz Cat Club di Ascona con il grande batterista italiano che ricorda l’amico Pino Daniele

  • 3

    Teatro Dimitri, 50 anni con il sorriso di un clown

    Verscio

    Domenica si festeggia il giubileo della struttura e della scuola fondata dall’artista asconese scomparso nel 2016 – Dalle 11 alle 18 su sei palcoscenici allestiti per l’occasione una non stop di musica, spettacoli e acrobazie per bambini e adulti

  • 4

    Due scrigni dalle sonorità degne di una sala per concerti

    Acustica

    Le chiese del Papio e di San Francesco non hanno nulla da invidiare agli spazi concepiti ad hoc per la musica – Uno dei migliori solisti al mondo entusiasta delle risonanze asconesi – A Locarno ottimi risultati con gli interventi di tre anni fa

  • 5
  • 1
  • 1