Le casse uscite quasi indenni dalle prime ondate di pandemia

Finanze

Chiusi con un avanzo di esercizio di circa 80 mila franchi i conti 2020 di Losone, nonostante 615 mila franchi di spese aggiuntive causa coronavirus – Per l’ex caserma un gruppo di lavoro con il Cantone

Le casse uscite quasi indenni dalle prime ondate di pandemia
Per ripianificare il comparto dell’ex caserma, la cui variante è bloccata da un ricorso, il Comune ha costituito un gruppo di lavoro assieme al Dipartimento del territorio. ©CdT/Chiara Zocchetti

Le casse uscite quasi indenni dalle prime ondate di pandemia

Per ripianificare il comparto dell’ex caserma, la cui variante è bloccata da un ricorso, il Comune ha costituito un gruppo di lavoro assieme al Dipartimento del territorio. ©CdT/Chiara Zocchetti

Hanno messo a dura prova i servizi comunali, hanno provocato spese aggiuntive per 615 mila franchi, ma le casse comunali di Losone sono uscite quasi indenni dalle prime ondate di pandemia. Lo ha spiegato il sindaco Ivan Catarin, presentando il Consuntivo 2020, che sarà discusso lunedì, 27 settembre, alle 20, al Centro La Torre, dal Legislativo. «A causa del coronavirus – ha detto – l’amministrazione e i servizi hanno messo in campo tutta una serie di misure eccezionali: da nuovi orari ai turni differenziati, dalla scuola a distanza alla colonia diurna estiva». Il tutto, come detto, con oneri supplementari che hanno comunque potuto essere assorbiti in modo quasi indolore, tanto che si è registrato un avanzo di circa 80 mila franchi. Se in futuro ci saranno ulteriori ripercussioni è difficile da prevedere. «Non abbiamo ancora tutti i dati relativi a quest’anno – ha aggiunto il sindaco –, ma ad oggi gli indicatori vanno dallo stabile al positivo. Come le entrate fiscali (sia delle persone fisiche sia di quelle giuridiche), il debito pubblico pro capite e il capitale proprio, che viaggia a quota 10,7 milioni e ci renderebbe possibile far fronte a eventuali disavanzi».

Investimenti per 6,3 milioni

Gli investimenti hanno raggiunto quota 6,3 milioni, mentre vanno avanti i progetti prioritari (per ognuno dei quali è stato costituito un gruppo di lavoro municipale), come quello della nuova casa comunale, i cui lavori potrebbero iniziare già nell’estate 2022. Altro dossier fondamentale, quello relativo al futuro dell’ex caserma, la cui pianificazione è, come noto, bloccata da un ricorso. Nulla di nuovo dal Tribunale federale (al quale si è a sua volta rivolto il Comune), mentre per capire come ripianificare il comparto è stato costituito un gruppo di lavoro assieme al Dipartimento del territorio.

Alla presentazione erano presenti anche il vice sindaco Fausto Fornera e la neo municipale Nathalie Ghiggi Imperatori, che ha illustrato la richiesta di credito di 851 mila franchi (circa 200 mila a carico del Comune, al netto di sussidi e contributi) da destinare a interventi di sistemazione idraulica della Melezza. Lavori scorporati dal progetto generale già previsto a causa dell’urgenza dettata dalla forte erosione registrata nella zona della passerella che porta a Tegna.

Parco veicoli sempre più verde

Un ulteriore passo verso la conversione del parco veicoli comunale. Sono gli acquisti di mezzi elettrici per i quali il Municipio propone due crediti (per un totale di circa 170 mila franchi) a favore di polizia e servizi urbani. «In tal modo – ha spiegato Fausto Fornera – proseguiamo sulla strada verde intrapresa da tempo». Sempre di carattere ecologico il progetto che prevede di incentivare gli spostamenti in bicicletta casa-lavoro iniziando dai dipendenti comunali.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1

    La mobilità in Verzasca parte dalla porta di casa

    Progetto pilota

    Operativo servizio su richiesta che permette agli abitanti della valle di spostarsi in modo facile e flessibile – Grazie a un’App per smartphone è possibile prenotare la propria corsa che viene assicurata da minibus completamente elettrici

  • 2

    Autunno magico alle Isole di Brissago: è caccia alle zucche

    Natura e svago

    Prolungata la stagione del suggestivo sito verbanese grazie alla collaborazione fra Società navigazione di Lugano e Dipartimento del territorio – Nella settimana delle vacanze scolastiche previsti collegamenti regolari e molte animazioni – Proseguiranno anche i collegamenti fra le due sponde con i battelli

  • 3

    Cugnasco-Gerra e Gudo condividono l’oro blu

    Servizi

    Entra nel vivo il progetto di collegamento degli acquedotti delle due località sul Piano di Magadino – Si potrà così fare fronte a carenze idriche in caso di siccità e anche sfruttare al meglio le risorse, risparmiando

  • 4

    Addio a polvere e sbadigli: una marcia in più per i musei

    Aria nuova

    Prosegue la metamorfosi degli spazi culturali comunali di Locarno trasformati in luoghi interattivi e didattici proponendo fra l’altro percorsi pensati apposta per i più piccoli – Nancy Lunghi: «Per coinvolgere i giovani vorremmo puntare anche sulla street art»

  • 5

    Trasloco provvisorio per la Polizia cantonale

    Servizi

    Settimana prossima il trasferimento della sede di Locarno, che si sposterà nell’edificio della Ferriera in seguito ai previsti interventi di restauro sul palazzo del Pretorio

  • 1
  • 1