Le FART tornano a pieno regime

Mobilità

A partire da lunedì 17 gennaio saranno ripristinate tutte le corse

Le FART tornano a pieno regime
© CdT/Archivio

Le FART tornano a pieno regime

© CdT/Archivio

A partire da lunedì 17 gennaio saranno ripristinate tutte le corse delle Ferrovie Autolinee Regionali Ticinesi (FART). Lo comunica la stessa azienda di trasporto pubblico con un comunicato stampa. Torna quindi in vigore l’orario ufficiale nella forma integrale. La misura è possibile grazie alla costante diminuzione del tasso di assenza del personale conducente.

L’azienda ricorda anche che per informazioni sempre aggiornate su orari e perturbazioni è possibile consultare il sito fartiamo.ch e l’App Arcobaleno.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1

    L’acqua resta potabile nonostante la torbidità

    Verzasca

    Il problema, che riguarda i comuni di Minusio e Tenero-Contra, è dovuto allo svuotamento del bacino idroelettrico di Vogorno che ha provocato la mobilizzazione di sedimenti e l’intorbidimento delle acque del fiume a valle della diga - Il Dipartimento del territorio raccomanda in ogni caso alla popolazione un uso parsimonioso dell’acqua potabile

  • 2
  • 3

    Una gelata di ricorsi ritarda ancora la fioritura del Parco Balli

    Polomone verde

    Dopo il via libera del Governo all’approvazione del Legislativodi Locarno, nuovi ostacoli sul cammino della variante pianificatoria – In attesa di poter lanciare il concorso di progettazione, il giardino sarà comunque riaperto provvisoriamente al pubblico in primavera

  • 4

    Il delitto di Muralto tornerà in aula

    Locarno

    Gli avvocati del 32.enne tedesco, Yasar Ravi e Luisa Polli, hanno inoltrato la dichiarazione di appello dopo aver esaminato le motivazioni scritte della sentenza di primo grado

  • 5

    Anno decisivo per un castello che vuol tornare a pulsare

    Locarno

    L’obiettivo del Municipio è presentare la richiesta di credito legata al recupero del maniero entro la fine del 2022 – A breve il primo incontro con l’Ufficio dei beni culturali per concordare gli interventi il cui costo è stimato in 15 milioni

  • 1
  • 1