Le origini del Monte Verità rivivono in Vallemaggia

Sul set

Avviate ai Ronchini di Aurigeno le riprese di una grossa produzione dedicata alla collina asconese che tratta temi ancora attuali come l’emancipazione della donna e la libertà – Ricadute sul territorio calcolate in 600.000 franchi

Le origini del Monte Verità rivivono in Vallemaggia
Un momento delle riprese ai Ronchini, dove è stat ricreata una scenografia del monte asconese.

Le origini del Monte Verità rivivono in Vallemaggia

Un momento delle riprese ai Ronchini, dove è stat ricreata una scenografia del monte asconese.

Attori e comparse, alcune decine in tutto, che indossano abiti dell’inizio del secolo scorso. Ma che, avendo appena abbandonato la scena, portano anche la mascherina. Il cinema al tempo della COVID-19. È la prima immagine che ci si è parata davanti agli occhi, durante una visita sul set del film «Monte Verità», che il regista Stefan Jäger, assieme alla sua troupe, sta girando in questi giorni nel Locarnese. Il set visitato, per l’esattezza, si trova ai Ronchini di Aurigeno, dove è stata ricreata con dovizia di particolari una scenografia del collina asconese.«Il film – ci spiega lo stesso regista Stefan Jäger – tratta tematiche di estrema attualità. La protagonista principale, unico personaggio di finzione di tutta la storia, è una giovane mamma di due bambine, che fugge da Vienna, approdando...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Locarno
  • 1
  • 1