Delitto di Muralto

Le urla nella notte: «Fermati, così mi stai uccidendo»

Secondo alcuni testimoni, la giovane inglese morta nella camera d’albergo implorava il suo partner - Il padre della vittima: «Non ho mai conosciuto quell’uomo»

Le urla nella notte: «Fermati, così mi stai uccidendo»
Una settimana fa, in una stanza al quinto piano dell’hotel La Palma, veniva ritrovato esanime il corpo di una giovane donna inglese. Sotto accusa il 29.enne tedesco che era con lei, (Foto Reguzzi)

Le urla nella notte: «Fermati, così mi stai uccidendo»

Una settimana fa, in una stanza al quinto piano dell’hotel La Palma, veniva ritrovato esanime il corpo di una giovane donna inglese. Sotto accusa il 29.enne tedesco che era con lei, (Foto Reguzzi)

MURALTO - «Stop. You’re killing me»! «Fermati, così mi stai uccidendo». Sarebbero queste le frasi che, urlate in inglese nella notte, tra lunedì e martedì scorso, hanno allarmato gli ospiti dell’Hotel La Palma Au Lac di Muralto. Secondo le testimonianze da noi raccolte, la voce implorante che chiedeva al partner di fermarsi proveniva dalla stanza 501, quella occupata dalla 22.enne...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1