L'imbarcatoio si riaffaccia sul lago

La Navigazione di Lugano concretizza la seconda fase di ristrutturazione dello scalo di Locarno e del suo ristorante - Sarà risanata e riaperta la veranda sul fronte verso il Verbano

L'imbarcatoio si riaffaccia sul lago
L'investimento previsto per la seconda fase di ristrutturazione si aggira sui 300 mila franchi.

L'imbarcatoio si riaffaccia sul lago

L'investimento previsto per la seconda fase di ristrutturazione si aggira sui 300 mila franchi.

LOCARNO - Una posizione pregiata e strategica, negli ultimi anni poco o nulla valorizzata. Ora ci penserà la Società navigazione di Lugano a rilanciare il ristornate dell'imbarcatoio di Locarno, per il quale si sta concretizzando la seconda fase di ristrutturazione. La pubblicazione del progetto è appena terminata - senza che sia stata presentata alcuna opposizione - e l'investimento previsto si aggira sui 300 mila franchi. Diversi gli intenterventi previsti, che si concentreranno, in particolare, su cucina e servizi. Ma anche per sale e terrazze vi saranno novità. Da notare, soprattutto, che sarà finalmente recuperata la veranda che si affaccia direttamente sul lago e che negli ultimi anni era stata chiusa alla clientela perché trasformata in deposito.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Locarno
  • 1
    Ascona

    «Gusta il Borgo» torna insaporito di novità

    L’ottava edizione della passeggiata enogastronomica promossa dagli Amis da la forchéta si terrà il 31 agosto con una tappa in più – Le iscrizioni aprono il 22 luglio – Il presidente: «Benvenuti ai vegetariani»

  • 2
    Territorio ed edilizia

    Locarno: il Monte Brè sarà salvaguardato

    Tenuto conto dell’iniziativa popolare lanciata contro la prospettata costruzione di un maxi resort, il Municipio cittadino ha deciso di istituire una zona di pianificazione nel comparto

  • 3
    Viabilità

    In autunno i primi lavori sulla Statale 34 del Lago Maggiore

    A Locarno incontro informativo fra i referenti italiani e gli interessati sul versante svizzero con l’obiettivo di mettere a punto una strategia per la mobilità durante i cantieri - Da ottobre interventi di pulizia dei pendii e l’anno prossimo via alla realizzazione della galleria dove cadde la frana del 2017

  • 4
  • 5
  • 1