Locarnese e Vallemaggia pionieri nelle cure a domicilio

Interreg

L’ALVAD è la capofila svizzera di un progetto transfrontaliero per favorire l’assistenza degli anziani fragili anche da parte dei parenti

Locarnese e Vallemaggia pionieri nelle cure a domicilio
Si sviluppa una nuova figura professionale, quella dell’infermiere di famiglia e comunità. ©Spitex Svizzera

Locarnese e Vallemaggia pionieri nelle cure a domicilio

Si sviluppa una nuova figura professionale, quella dell’infermiere di famiglia e comunità. ©Spitex Svizzera

L’assistenza domiciliare del terzo millennio parte dal comprensorio del Locarnese e Vallemaggia. L’ALVAD, Associazione Locarnese e Valmaggese di Assistenza e cura a Domicilio, è infatti capofila e unico partner per la Svizzera del progetto di cooperazione transfrontaliera Interreg 2014-2020 V-A Italia Svizzera (Asse 4) «REACtion, Reti di assistenza comunitaria per la fragilità», appoggiato e sostenuto finanziariamente dal Canton Ticino, e che si pone come obiettivo quello di favorire la permanenza dell’anziano al proprio domicilio, anche grazie all’ausilio della tecnologia, nonché migliorare più in generale l’accessibilità e la qualità dell’assistenza socio-sanitaria a livello territoriale. «L’Università del Piemonte Orientale, capofila italiano, ci ha proposto di partecipare in virtù della...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1
  • 1