Locarno, oro blu e sostenibilità

L’acqua che sgorga dai rubinetti è al pari, se non migliore, di quella che viene imbottigliata (e costa anche molto meno)

Locarno, oro blu e sostenibilità

Locarno, oro blu e sostenibilità

LOCARNO - La qualità dell'acqua che sgorga dai rubinetti di Locarno è al pari, se non migliore, di quella imbottigliata. Lo confermano i risultati delle analisi effettuate dall'Azienda acqua potabile cittadina, che, come noto, si occupa del servizio di distribuzione anche nei Comuni di Losone e Muralto e dalla cui rete, dal primo gennaio 2017, attinge anche Orselina. Risultati che giovedì sera sono stati presentati in un incontro pubblico tenutosi a Muralto. A margine del quale abbiamo chiesto al direttore Flavio Galgiani di illustrarci le caratteristiche dell'«oro blu» locarnese, scoprendo che non solo è di «eccellente qualità», ma è anche un «prodotto sostenibile», che giova «in modo significativo» all'economia domestica. Peculiarità queste che dovrebbero indurre a prediligere l'acqua che sgorga dai rubinetti a quella imbottigliata. Fermo restando, infatti, che «entrambi i prodotti sono di ottima qualità», Galgiani spiega che «la nostra acqua, come del resto quasi tutte quelle che abbiamo nel Sopraceneri, è povera di sali minerali». E se «i livelli potassio, cloruro, magnesio sono quasi i medesimi», lo stesso non lo si può dire del calcio: «L'acqua che viene venduta nei negozi è mediamente dieci volte più "dura" di quella del rubinetto – evidenzia il direttore – proprio perché ricca di calcio, introdotto volutamente in grande quantità per conferire un certo sapore». 

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Locarno
  • 1
  • 2
    Locarno

    «Semkì per ascoltarvi: diteci cosa vi serve»

    Entra nel vivo la prima portineria di quartiere che sarà aperta in città dall’Associazione Rusca e Saleggi – Durante il mese di marzo previsti incontri per capire le esigenze e le disponibilità degli abitanti e per trovare operatori (con invito speciale ai candidati alle elezioni)

  • 3
    Verbano

    Fumata nera e altra proroga sul lago

    Ancora nessun accordo sulla futura gestione del bacino svizzero fra le società svizzera e italiana di navigazione: si continuerà a discutere fino a fine marzo e il servizio sarà comunque garantito secondo gli attuali parametri

  • 4
    Il caso

    Golf, dei reclami «temerari»

    Il botta e risposta tra il club patriziale di Ascona e l’associazione nazionale rivela l’incomprensione che sta alla base del «blitz» di Polizia nelle due strutture del Locarnese - Già a inizio mese si ventilava l’idea di non rispettare quanto indicato da Swiss Golf

  • 5
    Locarno

    Banca, commercio e benzina: l’evoluzione di piazza Muraccio

    Novità in vista per il centralissimo comparto cittadino: Raiffeisen amplierà la propria sede occupando gli spazi dell’ex Cartoleria Mazzoni – In fase preliminare un progetto sulla stessa proprietà per una nuova palazzina dove si insedierebbe un negozio Coop Pronto con stazione di servizio

  • 1