Locarno tenda la mano ai giovani e alle aziende

Formazione

Il Municipio conferma per l’anno scolastico 2021/2022 il contributo di 1.200 franchi a sostegno della formazione di ragazzi impiegati presso aziende della Città

Locarno tenda la mano ai giovani e alle aziende
Il sostegno viene versato alle ditte che assumono giovani nella modalità duale scuola/lavoro. © CdT/Chiara Zocchetti

Locarno tenda la mano ai giovani e alle aziende

Il sostegno viene versato alle ditte che assumono giovani nella modalità duale scuola/lavoro. © CdT/Chiara Zocchetti

Il Municipio conferma il sostegno alla formazione professionale dei giovani impiegati presso le aziende di Locarno. Anche per l’anno scolastico 2021/2022, dunque, la Città fornirà un contributo di 1.200 franchi. Il sindaco Alain Scherrer: «Dando seguito a quanto già attuato lo scorso anno, intendiamo continuare a sostenere in modo concreto i giovani che intendono intraprendere un apprendistato e le aziende che li assumono, dopo la difficile situazione economica che abbiamo conosciuto nell’ultimo anno e mezzo».

L’importo citato sarà versato a ogni ditta di Locarno che assumerà un apprendista nella modalità duale scuola/lavoro, appunto, per permettere l’accesso a un percorso professionale ai giovani che ne fanno richiesta e tendendo nel contempo una mano alle aziende che li assumono. Per quanto concerne un’eventuale rimborso dell’importo versato, il Municipio ha deciso per una restituzione pro rata, qualora il contratto terminasse prima della conclusione dell’anno scolastico.
«Con questa misura l’Ente pubblico conferma il proprio impegno nel confronto del tessuto economico cittadino, dei giovani e delle loro famiglie per attenuare le conseguenze della pandemia che ancora sono presenti», conclude una nota stampa. Il contributo sarà erogato limitatamente all’anno scolastico 2021/2022. Sul sito del Comune (www.locarno.ch) si trova il formulario per la richiesta del contributo.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1

    «Lei comunque ha ucciso una persona»

    IL PROCESSO

    Così il giudice Mauro Ermani si rivolge all’imputato al termine della prima giornata di dibattimento sul delitto di Muralto – Domattina si riprende con le requisitorie di accusa e difesa

  • 2

    «Il Ticino può essere orgoglioso e puntare ancora più in alto»

    Turismo

    Il cantone visto da Gratian Anda, uno dei proprietari del cinque stelle Castello del Sole di Ascona designato per la seconda volta miglior hotel svizzero dalla prestigiosa guida GaultMillau – Finora solo il Gran Resort di Bad Ragaz aveva fatto il bis - FOTO

  • 3
  • 4

    In aula il giallo della camera 501

    Il processo

    Si apre il dibattimento sulla morte violenta di una giovane inglese provocata dal suo partner in una camera d’albergo a Muralto – Lui continua a negare di averla voluta uccidere – Il processo servirà anche a far luce sulla storia dei due amanti, lontani anni luce tra loro

  • 5

    Le cannonate di un borgo che fece una scelta lungimirante

    Legami

    Per i 500 anni dal giuramento di fedeltà agli Svizzeri a Brissago si è ripercorsa una storia di indipendenza ma si è anche guardato al futuro – Ignazio Cassis: «È spesso nei momenti di grande incertezza che siamo spinti a prendere strade destinate a diventare durature»

  • 1
  • 1