Maxi-opposizione contro le antenne 5G

LOCARNO

Sono oltre 600 i cittadini del quartiere Campagna che hanno sottoscritto la censura che mostra il pollice verso alla sostituzione di tre impianti nella loro zona - Chiesti chiarimenti al Municipio

Maxi-opposizione contro le antenne 5G
© CdT/Chiara Zocchetti

Maxi-opposizione contro le antenne 5G

© CdT/Chiara Zocchetti

Sono oltre 600 i cittadini del quartiere Locarno-Campagna che hanno firmato l’opposizione contro la sostituzione di tre antenne della Swisscom nella loro zona (che implica il passaggio al 5G) situate su alcuni terreni delle FART (zona in Selva-via Franzoni 1). È quanto comunicano oggi i firmatari. Come ricorderete già un mese fa l’associazione di quartiere, facendosi portavoce delle preoccupazioni della popolazione, aveva reso attento il Municipio di essere «contraria alla concessione della licenza edilizia». In seguito vi è stata l’interrogazione di Marko Antunovic (Verdi) e di altri otto colleghi di Consiglio comunale che chiedeva chiarimenti all’Esecutivo cittadino.

«Si nota un crescente interesse della popolazione sull’argomento. Il cittadino è sempre più sensibile e attento verso le criticità della tecnologia 5G e vuole tutelare la propria salute e l’ambiente. Si ricorda che i cantoni Vaud, Ginevra, Zugo e Giura hanno già introdotto una moratoria all’installazione di antenne 5G, mediante la quale hanno ritenuto opportuno bloccare l’installazione delle antenne per effettuare verifiche sull’impatto delle radiazioni sulla salute e sull’ambiente. Perché non si potrebbe fare la stessa cosa a Locarno o nel canton Ticino? Aspettiamo delle indagini indipendenti prima di installare antenne ovunque, non ci deve essere fretta quando si parla di salute della popolazione e protezione dell’ambiente», si osserva nella nota.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1
  • 1