Muralto, un gioco erotico finito male

Il dramma

Accusa di omicidio intenzionale per il compagno della giovane inglese morta in hotel - Durante l’autopsia sarebbero state trovate delle microfratture

Muralto, un gioco erotico finito male
Rescue Media

Muralto, un gioco erotico finito male

Rescue Media

Muralto, un gioco erotico finito male
Rescue Media

Muralto, un gioco erotico finito male

Rescue Media

Muralto, un gioco erotico finito male
(FOTO REGUZZI)

Muralto, un gioco erotico finito male

(FOTO REGUZZI)

Muralto, un gioco erotico finito male
(FOTO REGUZZI)

Muralto, un gioco erotico finito male

(FOTO REGUZZI)

Muralto, un gioco erotico finito male
(FOTO REGUZZI)

Muralto, un gioco erotico finito male

(FOTO REGUZZI)

MURALTO - Omicidio intenzionale, subordinatamente colposo. Questa l’accusa formulata dalla procuratrice pubblica Petra Canonica Alexakis, titolare dell’inchiesta nei confronti del 29.enne germanico residente a Zurigo fermato in relazione al decesso di una 22.enne di origine inglese, il cui corpo è stato rinvenuto nel bagno di una stanza d’albergo di Muralto martedì mattina. Stando a quanto riferito dalla RSI, interrogato dagli inquirenti, avrebbe dichiarato che si è trattato di un incidente: un gioco erotico finito male. Il ministero pubblico al momento non ha dato conferma della notizia. Stando a nostre informazioni la ragazza sarebbe morta per soffocamento e durante l’autopsia sarebbero state trovate delle microfatture, ma versione dei fatti del 29.enne rimane da verificare.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1

    Quei conti a pareggio che dividono la Gestione

    Locarno

    I due commissari del PS propongono di respingere il messaggio sul Preventivo 2020 – I risultati presentati dalla Città sarebbero falsati da diverse questioni sulle quali pendono dei ricorsi – La maggioranza promuove invece l’Esecutivo per aver contenuto le spese mantenendo i servizi

  • 2
  • 3
  • 4

    L’agricoltura in città costa poco e frutta molto

    Locarno

    Presentati i risultati del Progetto mais grazie al quale si è coltivato un arido terreno di 100 metri quadrati – Nel secondo anno di sperimentazione è stato prodotto l’equivalente del fabbisogno calorico di un adulto per 50 giorni

  • 5
  • 1
  • 1