Muralto, un gioco erotico finito male

Il dramma

Accusa di omicidio intenzionale per il compagno della giovane inglese morta in hotel - Durante l’autopsia sarebbero state trovate delle microfratture

Muralto, un gioco erotico finito male
Rescue Media

Muralto, un gioco erotico finito male

Rescue Media

Muralto, un gioco erotico finito male
Rescue Media

Muralto, un gioco erotico finito male

Rescue Media

Muralto, un gioco erotico finito male
(FOTO REGUZZI)

Muralto, un gioco erotico finito male

(FOTO REGUZZI)

Muralto, un gioco erotico finito male
(FOTO REGUZZI)

Muralto, un gioco erotico finito male

(FOTO REGUZZI)

Muralto, un gioco erotico finito male
(FOTO REGUZZI)

Muralto, un gioco erotico finito male

(FOTO REGUZZI)

MURALTO - Omicidio intenzionale, subordinatamente colposo. Questa l’accusa formulata dalla procuratrice pubblica Petra Canonica Alexakis, titolare dell’inchiesta nei confronti del 29.enne germanico residente a Zurigo fermato in relazione al decesso di una 22.enne di origine inglese, il cui corpo è stato rinvenuto nel bagno di una stanza d’albergo di Muralto martedì mattina. Stando a quanto riferito dalla RSI, interrogato dagli inquirenti, avrebbe dichiarato che si è trattato di un incidente: un gioco erotico finito male. Il ministero pubblico al momento non ha dato conferma della notizia. Stando a nostre informazioni la ragazza sarebbe morta per soffocamento e durante l’autopsia sarebbero state trovate delle microfatture, ma versione dei fatti del 29.enne rimane da verificare.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1

    Una meraviglia nascosta nel cuore del borgo

    Papio

    Mentre prende forma la nuova mensa del collegio asconese, si pensa anche al giardino – Riqualifica in vista per la preziosa area verde seicentesca, un unicum a livello ticinese

  • 2

    Sempre più cure a casa

    Preventivo

    Attività in crescita nel 2020 per l’aiuto domiciliare locarnese e valmaggese – Le ore di prestazioni erogate saliranno a 140.000 interessando il 3% dei residenti

  • 3

    Da forbici e bigodini al volante dei giganti blu

    La storia

    Marijana Bardak, una delle tre donne conducenti sui bus delle FART, si racconta - Intanto l’azienda è alla ricerca di 50 candidati pronti a guidare i nuovi veicoli che arricchiranno la sua flotta

  • 4
  • 5

    A Locarno, una passeggiata più confortevole

    Mobilità lenta

    Diversi interventi di ammodernamento in vista per il passaggio di via San Jorio – Un restyling da 410.000 franchi che prevede migliorie sul fronte dell’illuminazione, dell’arredo e non solo

  • 1
  • 1