Niente sorprese in Città mentre a Muralto risorge l’opposizione

Locarnese

Nel polo non spuntano liste a sorpresa per le elezioni, ma nel comune limitrofo torna una seconda forza politica dopo quattro anni di conduzione monocolore

Niente sorprese in Città mentre a Muralto risorge l’opposizione
Nel Locarnese elezioni tra conferme e qualche sorpresa. © CdT/Archivio

Niente sorprese in Città mentre a Muralto risorge l’opposizione

Nel Locarnese elezioni tra conferme e qualche sorpresa. © CdT/Archivio

Scaduto il termine per il deposito delle candidature in vista delle elezioni comunali del 5 aprile, a Locarno si profila un ricambio in Municipio – poiché Paolo Caroni (PPD), Ronnie Moretti (PS) e Niccolò Salvioni (PLR) non si ripresentano – ma non vi sono invece sorprese dell’ultim’ora sul fronte delle liste. In corsa, dunque, gli uscenti liberali radicali Alain Scherrer (sindaco) e Davide Giovannacci, ai quali – tra gli altri – si aggiunge Nicola Pini. Il PPD, che d’ora in avanti si chiama Per Locarno inglobando gli indipendenti, perde come detto il vice sindaco, ma schiera l’uscente Giuseppe Cotti assieme in particolare agli attuali consiglieri Barbara Angelini Piva, Alberto Akai e Mattia Scaffetta. Divise le forze progressiste. Da un lato c’è Insieme a sinistra per la socialità e l’ambiente, lista composta da PS, PC, GISO e indipendenti, che propone in particolare il già municipale della Città Bruno Cereghetti, Fabrizio Sirica e il capogruppo consigliare Pier Mellini. Dall’altro lato, invece, Verdi-POP-Ind. con, tra gli altri, gli attuali consiglieri Pierluigi Zanchi e Marko Antunovic (eletto per il PLR, ma dichiaratosi di recente indipendente) assieme a Fiorenzo Cotti (fratello del municipale popolare democratico). Infine, il gruppo Lega-UDC-Ind., per il quale spiccano l’uscente Bruno Buzzini e il capogruppo Bruno Bäriswyl.

Risorge l’opposizione a Muralto
Cambio di rotta a Muralto, dove nell’ultima legislatura v’era solo la lista Ordine e Progresso e Indipendenti, che schiererà tutti i cinque uscenti con alla testa il sindaco Stefano Gilardi. Ma ci sarà anche l’alternativa (sia per il Municipio, sia per il Consiglio comunale) offerta da Muralto Democratica, nella quale figurano almeno due nomi noti, come quelli di Cristina Clemente e di Dao Nguyen-Quang.

Il Comune di Verzasca
Le elezioni di aprile sanciranno inoltre la nascita del Comune unico di Verzasca. Tre le liste presentate: Acqua Verde, Unione Verzaschese e Verzasca 2020.

Cambierà il sindaco a Gambarogno
Lo storico sindaco di Gambarogno Tiziano Ponti (PLR) non si ricandiderà alle elezioni. In lizza cinque forze sia per l’Esecutivo, sia per il Legislativo. Per il Municipio la Lega schiera tre candidati, il PPD quattro, Socialisti-Indipendenti-ecologisti tre, la lista civica Per Gambarogno cinque e il PLR altrettanti.

A Centovalli torna Pellanda
«Impegno e passione» è il nome della nuova lista che a Centovalli vede il ritorno in politica del già sindaco liberale radicale Giorgio Pellanda. In corsa anche PLR, PPD, 100valliviva e Lega.

Tacite a Orselina
Le elezioni saranno infine tacite Orselina. Per il Municipio si ripresentano, dunque, il sindaco Luca Pohl (Indipendenti), la vice sindaco Samantha Garbani Nerini (PLR), Stefano Gueli (PPD), Nigel Gilbert (Indipendenti) e Bernhard Huber (PPD).

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1
  • 1