«Night Sky Tamaro»: il cielo notturno come in uno schermo

Turismo

Presentato l’innovativo progetto «glamping» per gli ospiti del Camping Tamaro Resort di Tenero - FOTO e VIDEO

 «Night Sky Tamaro»: il cielo notturno come in uno schermo
© CdT/Gabriele Putzu

«Night Sky Tamaro»: il cielo notturno come in uno schermo

© CdT/Gabriele Putzu

 «Night Sky Tamaro»: il cielo notturno come in uno schermo
©Camping Tamaro Resort

«Night Sky Tamaro»: il cielo notturno come in uno schermo

©Camping Tamaro Resort

 «Night Sky Tamaro»: il cielo notturno come in uno schermo
© CdT/Gabriele Putzu

«Night Sky Tamaro»: il cielo notturno come in uno schermo

© CdT/Gabriele Putzu

 «Night Sky Tamaro»: il cielo notturno come in uno schermo
© CdT/Gabriele Putzu

«Night Sky Tamaro»: il cielo notturno come in uno schermo

© CdT/Gabriele Putzu

 «Night Sky Tamaro»: il cielo notturno come in uno schermo
© CdT/Gabriele Putzu

«Night Sky Tamaro»: il cielo notturno come in uno schermo

© CdT/Gabriele Putzu

 «Night Sky Tamaro»: il cielo notturno come in uno schermo

«Night Sky Tamaro»: il cielo notturno come in uno schermo

 «Night Sky Tamaro»: il cielo notturno come in uno schermo

«Night Sky Tamaro»: il cielo notturno come in uno schermo

 «Night Sky Tamaro»: il cielo notturno come in uno schermo

«Night Sky Tamaro»: il cielo notturno come in uno schermo

 «Night Sky Tamaro»: il cielo notturno come in uno schermo

«Night Sky Tamaro»: il cielo notturno come in uno schermo

 «Night Sky Tamaro»: il cielo notturno come in uno schermo

«Night Sky Tamaro»: il cielo notturno come in uno schermo

 «Night Sky Tamaro»: il cielo notturno come in uno schermo

«Night Sky Tamaro»: il cielo notturno come in uno schermo

 «Night Sky Tamaro»: il cielo notturno come in uno schermo

«Night Sky Tamaro»: il cielo notturno come in uno schermo

 «Night Sky Tamaro»: il cielo notturno come in uno schermo

«Night Sky Tamaro»: il cielo notturno come in uno schermo

È stata presentata oggi in conferenza stampa l’innovativa struttura promossa da Svizzera Turismo nell’ambito della campagna «Million Stars Hotel». «Ogni dettaglio è stato concepito per sorprendere il visitatore che oggi più che mai è alla ricerca di ambienti iconici, sorprendenti e facili da immortalare», spiegano i promotori. Proiettare la ricettività turistica nel futuro. È questo l’obiettivo del progetto «Night Sky Tamaro» che da qualche giorno offre agli ospiti del Camping Tamaro Resort di Tenero la possibilità di pernottare in una struttura innovativa, ecosostenibile e capace di trasformarsi in un osservatorio sul cielo notturno. Il progetto è stato selezionato da Svizzera Turismo nell’ambito della campagna nazionale «Million Stars Hotel». Alla base di questa iniziativa vi è la possibilità, data agli ospiti, di conoscere luoghi nuovi del nostro Paese e di entrare in contatto diretto con la natura circostante. Christian Vitta, direttore del Dipartimento delle finanze e dell’economia (DFE), si è complimentato con i promotori dell’iniziativa e ha sottolineato come il turismo sia un settore in continua evoluzione, dove è importante essere sempre al passo con i tempi anche in ambito di ricettività turistica. Per il Ticino, inoltre, il segmento dei campeggi è il più importante dopo quello alberghiero e, secondo lo Studio sull’impatto economico del turismo in Ticino pubblicato nel 2015, genera un indotto economico sul territorio pari a 76 milioni di franchi. Il consigliere di Stato ha inoltre ricordato che grazie all’iniziativa «Vivi il tuo Ticino» anche i ticinesi potranno sperimentare queste nuove tipologie di alloggio, che valorizzano il nostro territorio. Una delle tendenze turistiche in voga è quella del cosiddetto «glamping». Il termine, che deriva dall’unione delle parole «glamour» e «camping», significa la possibilità data ai turisti di pernottare in un campeggio dotato di tutte le comodità di una camera d’albergo. «Si tratta di un nuovo modo di concepire il soggiorno turistico che, in questo modo, diventa “esperienziale” – evidenzia Karin Zanolini, direttrice del Camping Tamaro Resort -. Grazie alla “Night Sky tamaro” i nostri ospiti avranno la possibilità di dormire in una struttura dal design unico che permetterà loro di addormentarsi guardando il cielo, come fosse un televisore». Elia Frapolli, consulente turistico, e Paolo Scoglio, architetto attivo a livello internazionale nel segmento del design in simbiosi con la natura, sono i promotori del progetto. «La parola d’ordine è creatività – afferma Frapolli -. Le esigenze del turista sono cambiate negli anni e il visitatore di oggi ha una gran voglia di sperimentare formule nuove». La «Night Sky Tamaro» è stata concepita per sorprendere l’ospite: il balcone esterno arredato a salotto, il tetto che permette di osservare il cielo stellato, la facciata posteriore pensata come deposito legna per il grill. «Ogni dettaglio è pensato per incuriosire il visitatore che oggi più che mai è alla ricerca di strutture iconiche e facili da immortalare. La struttura, inoltre, non ha alcun impatto dal profilo ambientale: si aggancia al suolo con viti amovibili e, una volta tolta, non lascia alcuna traccia sul terreno». Per prenotare la «Night Sky Tamaro» basta andare sul sito: MySwitzerland.com/millionstarshotel.

Loading the player...
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1

    Sembra andare meglio alle «Maldive di Milano»

    Territorio

    La Fondazione Verzasca valuta positivamente l’effetto delle misure introdotte a metà luglio per gestire il forte afflusso di visitatori: «II nostro messaggio è stato recepito» - Secondo Alessandro Speziali i residenti hanno capito che senza turismo la valle non ha un futuro - LE FOTO

  • 2
  • 3

    Prendono vita le opere di Vincenzo Vela

    Arte

    Riproduzione in 3D delle sculture a Locarno e Giornico grazie all’iniziativa di Philippe Antonello e Stefano Montesi e in onore del bicentenario della nascita

  • 4

    Sarà mica un sole quello: «Che degrado»

    LOCARNO

    Interrogazione interpartitica sull’astrovia, il percorso che si snoda dalla Città per arrivare fino a Tegna, lungo le rive della Maggia - Con degli «interventi semplici» si può rimediare alle condizioni di «deterioramento» nelle quali si trova la passeggiata di 6 chilometri

  • 5
  • 1
  • 1