Primo segno della rinascita: il Grand Hotel si veste a festa

Muralto

Per augurare buon Natale ai locarnesi, ma anche come simbolo della ferma volontà di portare a termine il progetto, la storica struttura giovedì sarà illuminata – Stefano Artioli: «L’operazione sarà un successo nazionale, non stiamo giocando»

Primo segno della rinascita: il Grand Hotel si veste a festa
Grazie all’illuminazione, e dopo una pulizia del parco, il Grand Hotel darà un primo assaggio della sua rinascita. © CdT/Archivio

Primo segno della rinascita: il Grand Hotel si veste a festa

Grazie all’illuminazione, e dopo una pulizia del parco, il Grand Hotel darà un primo assaggio della sua rinascita. © CdT/Archivio

Dopodomani il Grand Hotel di Muralto emanerà le prime scintille del suo futuro splendore. Un’anteprima, che non solo permetterà di augurare buone feste a tutti i locarnesi. Ma anche, prendendo in prestito le parole di Stefano Artioli, un ulteriore e «chiaro segnale della rinascita di questo gioiello». La storica struttura alberghiera, per la quale recentemente il gruppo Artisa ha siglato un diritto di compera, da giovedì sarà dunque si illuminata per il periodo natalizio. «Nelle scorse settimane, con la supervisione dell’architetto Branca, il quale ha vigilato affinché non si toccassero le piante protette, abbiamo proceduto alla pulizia del parco e al taglio delle vegetazione che, in questi anni, era cresciuta selvaggiamente», continua Artioli. Così chi passerà dal crocevia della stazione potrà...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1
  • 1