Rachel Cusk sarà protagonista di «Un’altra vita»

Locarnese

La scrittrice anglo-canadese aprirà la nona edizione degli Eventi letterari Monte Verità fra Ascona e Locarno

Rachel Cusk sarà protagonista di «Un’altra vita»
© Writers Write

Rachel Cusk sarà protagonista di «Un’altra vita»

© Writers Write

Un’altra vita, la nona edizione degli Eventi letterari Monte Verità, in programma dall’11 al 14 novembre ad Ascona e Locarno, sarà aperta dall’incontro con una delle voci più affermate e innovative del panorama letterario internazionale: Rachel Cusk, autrice della straordinaria Trilogia dell’ascolto inaugurata da Resoconto (Einaudi, 2018), parlerà del lavoro di una vita con cui ogni donna si trova confrontata nel diventare madre.

Un desiderio di rinascita dal sapore dantesco: è questa la cifra dell’edizione 2021 degli Eventi letterari Monte Verità, intitolata Un’altra vita. «Vogliamo che questa sia un’edizione “normale”, la più normale possibile in tempi poco normali. C’è il settecentesimo anniversario della morte di Dante, certo, ma c’è soprattutto l’urgenza di raccontare e interpretare il rivolgimento sociale che stiamo vivendo», osserva il direttore artistico Paolo Di Stefano. Testimonianza dall’interno di un «cammino» di ricostruzione, dopo il trauma della pandemia e della crisi economica e sociale, gli Eventi letterari desiderano guardare al futuro, interrogandosi sui modi in cui può essere immaginata una nuova vita e, in particolare, sul ruolo che gli scrittori, i poeti e i filosofi potranno svolgere nell’aiutarci a «riveder le stelle».

La nona edizione si aprirà al PalaCinema di Locarno giovedì 11 novembre con una delle più grandi rivelazioni nel panorama letterario internazionale degli ultimi vent’anni: la scrittrice inglese di origini canadesi Rachel Cusk, che parlerà, fra gli altri temi, dell’altra vita nella quale ogni donna si trova immersa quando è confrontata con la maternità. L’autrice, che si è sempre confrontata con i temi legati all’identità femminile, si soffermerà sul suo particolarissimo modo di pensare al romanzo come forma dell’ascolto.

Nata in Canada nel 1967, Rachel Cusk vive e lavora nel Regno Unito. Nel corso di quasi trent’anni anni di carriera – che l’hanno vista esordire a soli 26 anni con Saving Agnes (MacMillan, 1993), vincitore del Premio Whitbread per la miglior opera prima – ha pubblicato quindici volumi di narrativa e saggistica. Nel 2015 ha dato inizio ad un’opera in tre parti, pubblicata da Einaudi, con la quale si è imposta sulla scena letteraria internazionale. Resoconto, primo romanzo di questo «ciclo dell’ascolto», uscito nel 2018 in traduzione italiana, è stato inserito da «La Lettura» tra i migliori 10 libri dell’anno. Nel 2019 è stata la volta di Transiti, e nel 2020 di Onori, terzo ed ultimo volume della trilogia. Il titolo più recente pubblicato per Einaudi è il saggio-mémoir Il lavoro di una vita. Sul diventare madri (2021), uscito in lingua originale inglese nel 2001. Cosa succede ad una donna – occidentale, emancipata, lavoratrice – quando diventa madre? Cosa rimane di lei, della sua identità precedente, quando diventa «qualcos’altro»? Un tagliente resoconto lontano da qualsiasi luogo comune, un ritratto arguto, intelligente e ferocemente umoristico di una condizione delicata come quella della maternità, che proietta le donne – letteralmente – in «un’altra vita».

Il programma completo degli Eventi letterari sarà presentato a metà ottobre.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1
  • 1